Pulizia del fiume Serchio: raccolti oltre 100 sacchi di rifiuti

L’iniziativa ha visto sul territorio circa 40 richiedenti asilo, Sistema Ambiente SpA e il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord

 

E’ stata un’altra mattinata all’insegna della pulizia per il fiume Serchio quella di ieri, martedì 20 dicembre. Fin dalle prime ore delle giornata, infatti, circa 40 richiedenti asilo afferenti alla Croce Rossa, Gvai, Nuovi Orizzonti e Odissea hanno preso parte, con guanti e sacchi, all’iniziativa dedicata al rispetto per l’ambiente.

Una mattina proficua che ha portato a raccogliere circa 100 sacchi di rifiuti. Le operazioni si sono concentrate su un tratto dell’alveo di più di due chilometri e mezzo che costeggia via della Macchia. In particolare i rifiuti sono stati raccolti a partire dai campi dell’acquedotto, in direzione Ponte a Moriano, fino a poco prima del torrente Fraga.unnamed-11

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione di Sistema Ambiente SpA e il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord.

“Non è la prima volta che vengono svolte operazioni di questo tipo dedicate alla pulizia dell’alveo del fiume dai rifiuti abbandonati – commenta l’assessore alla Partecipazione Antonio Sichi – Quella di questa mattina segue infatti le iniziative “Puliamo il Mondo” e “Pulizia di Primavera a colori…Scarty dal vivo and friends”, manifestazioni in cui i richiedenti asilo hanno collaborato gomito a gomito con le classi della scuole primarie del territorio sul delicato tema della salvaguarda dell’ambiente. Questi tipi di iniziative e i diversi progetti già attivati con la collaborazione delle persone ospitate sul nostro territorio –  conclude – raggiungono il duplice scopo dell’inclusione sociale e dell’impegno per la salvaguardia del nostro territorio”.

“Il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord è in prima linea, al fianco del Comune, per la manutenzione e la cura del Fiume Serchio – sottolinea il direttore dell’Ente, Daniela Marini – Proprio in questi giorni stiamo completando il secondo lotto della pulizia degli argini, dell’alveo e delle sponde del Fiume, grazie a un finanziamento di 660mila euro da parte della Regione. Quello che si sta svolgendo lungo Serchio è in realtà un intervento complesso ed integrato, dove tanti soggetti si stanno coordinando per lavorare insieme. Il Consorzio, appunto, con la manutenzione; il Comune col suo Ufficio ambiente, gomito a gomito con Sistema Ambiente, per la rimozione dei rifiuti che sono stati individuati durante le lavorazioni: e l’appuntamento di oggi, che ha visto coinvolti anche i migranti, ne è un esempio. E poi, l’Opera delle Mura per il recupero e la valorizzazione dei percorsi pedonali e ciclabili all’interno del Parco Fluviale; e infine, l’Ufficio caccia e pesca della Regione e il Consorzio, insieme, per la manutenzione e il potenziamento dei pannelli illustrativi già presenti lungo l’argine, al servizio di chi passeggia e vive lungo il Fiume. Ed è anche allo studio una collaborazione tra l’Ente consortile e gli uffici del Comune, per l’attività di educazione e di promozione ambientale che già viene svolta alla Fattoria urbana di Nave. Credo che questa “alleanza” per il nostro Fiume sia molto importante, e particolarmente sentita, per la nostra comunità: e sono sicura che avrà ulteriori sviluppi nei mesi e negli anni a venire”.

Share