Bottino pieno nello scorso fine settimana per la Pugilistica Lucchese. Durante la due giorni di pugilato organizzata tra le mura dell’attuale “casa” della società lucchese, la palestra dell’ISI Pertini, i pugili nostrani hanno infatti riscosso solo successi, due dei quali arrivati contro atleti della prestigiosa squadra giovanile delle Fiamme Oro, per la prima volta ospite dei ring lucchesi.

A dare il via alla manifestazione di sabato lo Youth 69kg Achraf Lekhal opposto a Ciro Maietta (Fiamme Oro Caserta). Il pugile della Lucchese ha fatto partire subito lo spettacolo, con un match strepitoso a livello sia tecnico che di sicurezza nei propri mezzi. La vittoria è evidente, dopo un incontro condotto unilateralmente da Lekhal per tutte e tre le riprese, mentre Maietta che non sfigura pur subendo l’inerzia del combattimento.

Più ostica la prova per l’élite 2a serie 69kg Matteo Di Santoro, il cui avversario, Ashley Rosi (Accademia dello Sport Livorno), si dimostra un combattente esperto, che con furbizia ostruisce l’azione del lucchese, mantenendo il combattimento sulla cortissima distanza e dimostrandosi spesso pericoloso con la testa, tanto da arrivare a ferire Di Santoro allo zigomo. Ma anche in questo caso, grazie ai colpi più puliti e numericamente abbondanti, il verdetto è favorevole al lucchese.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grande prova per Filip Donati, élite 2a serie 86kg, che conclude il match contro Guido Roberto (Pugilistica Costantino Ferrara) nel giro di circa un minuto. Tanto gli basta infatti per trovare l’avversario con un potente gancio di incontro al volto, aprendogli un taglio all’altezza dello zigomo che costringe il dottore ad interrompere e far decretare la vittoria di Donati per ferita.

Ottima prestazione per Lorenzo Frugoli, Youth 75kg, che conduce con intelligenza l’incontro con Angelo Marcogliano (Fiamme Oro Caserta) fin dal principio, esponendosi a pochissimi rischi e scegliendo con accortezza il quando e il come attaccare l’avversario, che pur non perdendo la propria determinazione nel cercare di svoltare il match, non riesce a venire a capo della superiorità tecnica dell’azzurrino made in Lucca.

La giornata di domenica ha visto salire sul ring l’altro azzurrino lucchese, Sasha Mencaroni, Schoolboy 40kg. Il giovanissimo pugile si è trovato di fronte Elliot Lama (Boxe Lastra a Signa), un avversario coriaceo e mai domo, insensibile allo sbarramento di pugni con cui Mencaroni continuava a colpire senza però farlo indietreggiare. Non è bastata però la grinta, e alla fine della terza ripresa la vittoria per il lucchese è stata più che evidente.

Ha poi concluso questo week end pugilistico ricco di soddisfazioni Alessandro Gatti, élite 64kg. La rivincita contro Andrea Oggiano (Fight Gym Grosseto), durata appena due riprese, è stata interrotta per un profondo taglio apertosi sul cuoio capelluto del suo avversario durante uno scambio sulla corta distanza, in cui i due pugili hanno accidentalmente fatto cozzare le teste. Vista la casualità dell’evento, si è quindi proceduto a leggere il punteggio assegnato dai giudici fino a quel momento, che vedeva Gatti in vantaggio e di conseguenza vincitore.

 

Share