Grandi soddisfazioni per la Pugilistica Lucchese che torna dalla trasferta di Roma dove due dei suoi boxeur hanno partecipato ai Campionati Italiani per la categoria junior portando a casa un titolo tricolore e uno di vice campione italiano. Al PalaSantoro della “città eterna” e tempio delle Fiamme Oro, domenica 10 novembre, i pugili lucchesi li conquistano con Samuele Giuliano che fa il tris con il terzo titolo italiano di fila e Lorenzo Frugoli è medaglia d’argento, testimoniando quindi che la realtà della Pugilistica Lucchese è sempre più protagonista in campo nazionale.

Samuele Giuliano scrive così il suo nome nella storia del pugilato lucchese conquistando come detto il suo terzo titolo tricolore, vincendo la sua terza finale consecutiva guadagnandosi così la medaglia d’oro negli 80 kg junior ed indossando la meritata canottiera tricolore, dopo aver già vinto da schoolboy (a Mondovì 2017 nei + 76 kg) e da junior (a Roma 2018 per i 75 kg) oltre a vari tornei nazionali. Il pugile di Borgo a Mozzano che è allenato dal coach e padre Massimo Giuliano in finale ha regolato il pugile di Bolzano Alija Qazim, pugile molto alto e molto sgusciante. Il match ha visto la prima ripresa essere stata di studio da parte di entrambi, ma già nella seconda Giuliano ha preso con decisione l’iniziativa e non sprecando nemmeno un colpo ha costruito piano piano la sua vittoria. Nel terzo round Alija ha subito anche un richiamo per trattenute, ma Giuliano era comunque in vantaggio. Il neo campione italiano in semifinale aveva battuto ai punti Jonathan Bruzzese campione regionale dell’Emilia ed il match era stato acceso e duro, ma Giuliano ha vinto bene disputando una buonissima prestazione, mentre nei quarti aveva eliminato l’avversario della Campania Martin Albano. Samuele Giuliano, classe 2003, quindi ancora giovanissimo vanta adesso un invidiabile record di 24 incontri vinti, 5 sconfitte e 2 pari, più volte convocato in nazionale azzurra ancora non gli è stata data l’ opportunità di misurarsi a livello internazionale. Ora, dopo questa ennesima riconferma, il team azzurro non potrà più limitarsi a fargli fare i raduni, questo almeno è l’auspicio del pugile, ma anche del papà allenatore e della Pugilistica Lucchese, adesso non rimane che aspettare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Campionati Italiani positivi anche per Lorenzo Frugoli (anche lui 2003, di Capannori) che ha conquistato il secondo gradino del podio nella categoria junior dei 70 kg. Frugoli nei quarti aveva incrociato i guantoni contro il campione del Lazio Patrizio Casini con una vittoria ai punti conquistando la semifinale dove lo attendeva un avversario già conosciuto Omar Forante (Veneto) con cui aveva già vinto a Lucca, ma perso a Gorizia. Forante pugile mancino ha però subito la grande mobilità di Frugoli che non lo ha mai lasciato partire, tre riprese molto belle quelle del lucchese che molto concentrato ha eseguito alla lettera i consigli del suo maestro Giulio Monselesan, chiudendo con la vittoria ai punti e finale conquistata. Nella sfida decisiva l’ostacolo da superare era il pugile siciliano Alessio Martorana (già campione junior 2018) con cui Frugoli aveva già perso al Torneo “G. Mura “ a marzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Martorana è partito subito al suono del primo gong e Frugoli nella prima ripresa non è riuscito a tenerlo lontano, nella seconda il copione non è cambiato con il siciliano che portava colpi in continuità anche se non sempre precisi ne incisivi. Il match si accendeva nella terza ripresa con Frugoli che riusciva ad impensierire Martorana mandandolo a vuoto per poi rientrare e finendo la ripresa in crescendo, ma il verdetto finale era per Martorana che si riconfermava campione. Comunque Frugoli è stato una delle sorprese di questo campionato, il prossimo anno, come Giuliano, ci sarà per lui la categoria degli youth con le riprese sulla distanza di tre minuti. Adesso il suo record è arrivato a 44 match con 24 vittorie e 20 sconfitte, uno score importante per il giovane sedicenne che ne fa uno degli junior più esperti in Italia. Anche per Frugoli, dopo alcuni ritiri in azzurro, si spera adesso in un debutto a livello internazionale anche per lui.

Nel complessivo la Toscana si è classificata al 1° posto con tre titoli italiani: Crabargiu di Grosseto, Falaschi di Firenze e naturalmente Giuliano di Lucca.

Doveroso da sottolineare che la Pugilistica Lucchese ha portato due pugili in finale conquistando un oro ed un argento che si vanno ad aggiungere ai due bronzi degli schoolboy di Matteo Mencaroni e Riccardo Matteucci presi a Montesilvano nei Campionati Italiani schoolboy.

 

Share