Dalla provincia oltre 1 milione di euro per i progetti destinati a coloro che hanno interrotto il percorso scolastico

Le agenzie formative hanno tempo fino al 17 luglio per presentare le proposte. I corsi sono destinati ai giovani under 18 che hanno adempiuto all’obbligo dell’istruzione. Operatori meccanici, elettrici ed elettronici, operatori della ristorazione addetti ai servizi di sala bar e preparazione pasti, tecnici di riparazioni auto (meccatronici), grafici-multimedia, operatori del benessere (estetiste e acconciatori), operatori delle produzioni chimiche, operatori ai servizi di promozione e accoglienza in strutture ricettive, operatori di impianti termo-idraulici, impiegati ai servizi di vendita. Sono queste le figure professionali individuate dall’avviso pubblico che il Servizio istruzione formazione e lavoro della Provincia di Lucca ha pubblicato sul sito internet  finalizzato alla ricerca dei soggetti attuatori di progetti formativi per il conseguimento di una qualifica professionale per ragazzi e ragazze under 18 che hanno raggiunto l’obbligo d’istruzione ma che, per vari motivi, sono usciti dal sistema scolastico (drop-out), iscritti al portale nazionale o regionale di Garanzia Giovani – Misura 2B – e che hanno sottoscritto il patto di attivazione con il competente centro per l’impiego. Quest’anno la Regione Toscana ha messo a disposizione della Provincia di Lucca per le azioni formative contenute nell’avviso drop out 1.183.778,58 euro. I corsi (con classi di almeno 15 allievi) dovranno concludersi entro due anni dall’inizio delle lezioni e sono declinati per aree geografiche, come da indicazioni del bando, tra Piana di Lucca, Versilia, Valle del Serchio. Le agenzie formative interessate potranno presentare i loro progetti, tra quelli indicati dall’avviso, entro le ore 13,00 del 17 luglio 2015. Le domande dovranno essere presentate – in busta chiusa – all’Ufficio Protocollo della Provincia di Lucca, Piazza Napoleone 1, 55100 Lucca. Le richieste possono essere consegnate a mano nell’orario 9.00-13.00, dal lunedì al venerdì e, in orario 15.00-16.00, il martedì e il giovedì, oppure inviate per raccomandata all’indirizzo sopra indicato. La Provincia invita gli interessati ad attenersi attentamente alle indicazioni contenute nell’avviso scaricabile dal portale internet. L’assessore provinciale alle politiche del lavoro e della formazione Mario Regoli sottolinea l’importanza dell’azione formativa:

Si tratta di un bando che, negli ultimi anni ha sempre riscosso un discreto successo poiché questa particolare azione formativa rappresenta un’opportunità da cogliere per quei ragazzi minorenni i quali, non avendo raggiunto livelli di istruzione superiore, incontrano maggiori difficoltà a trovare un’occupazione. Le figure professionali sono state scelte in quanto esiste comunque, nonostante la crisi, una domanda effettiva di questi lavori che, per alcune figure, si sono tramandati finora soprattutto familiarmente

Per ulteriori informazioni: Servizio istruzione, formazione e lavoro della Provincia, via Lucarelli – S. Vito (Lucca) – tel. 0583/417407- 417442- 417421, dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e il martedì e il giovedì anche dalle 15.00 alle 16.00;

e-mail: formazione@provincia.lucca.it

Share