Iniziativa di sensibilizzazione e di informazione nell’ambito del progetto europeo “Synergie”

PROTEZIONE CIVILE: IL 2 APRILE “UN SACCO DI PREVENZIONE” SUL TERRITORIO

Locandina un sacco di..

7500 sacchini in distribuzione a Lucca, Capannori, Porcari, Borgo a Mozzano e Viareggio

Nello slogan “Un sacco di prevenzione” c’è tutto il significato dell’iniziativa di sensibilizzazione

sul rischio idraulico in ambito di protezione civile che si terrà sabato 2 aprile, in

contemporanea, a Lucca, Capannori, Porcari, Borgo a Mozzano e Viareggio dalle 15 alle 19.

L’obiettivo è quello di testare le nuove macchine insacchettatrici automatiche che la

Provincia di Lucca ha acquistato grazie alle risorse del progetto europeo ‘Synergie’:

attrezzature concesse in gestione, da alcuni mesi, ai Comuni di Capannori e alle Unioni di Comuni

della Mediavalle del Serchio e dell’Alta Versilia al fine di potenziare la capacità di produzione dei

sacchi di sabbia di Comuni e Unioni dei Comuni da utilizzare in caso di emergenza idrogeologica.

Queste nuove attrezzature, che si aggiungono alle altre già in dotazione ai vari Comuni, sono

state concesse agli enti che avevano spazi e mezzi adatti alla produzione dei sacchi, nell’ottica di

creare punti di produzione diffusi sul territorio a disposizione di tutte le Amministrazioni comunali

ed i Centri Intercomunali di Protezione Civile. Si tratta di macchine che, a regime, riescono a

produrre fino a 1200 sacchi di sabbia all’ora.

La giornata dedicata alla prevenzione nel settore di Protezione civile è stata presentata oggi (30

marzo) a Palazzo Ducale nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte, tra gli altri,

il consigliere provinciale delegato alla Protezione civile Mario Puppa con Francesco Grossi

dell’ufficio Prociv della Provincia, gli assessori Francesco Raspini (Comune di Lucca), Gabriele

Bove (Comune di Capannori), Franco Fanucchi (Comune di Porcari), Maurizio Manzo (Comune

di Viareggio) e alcuni tecnici degli altri soggetti coinvolti.

L’iniziativa. Come aveva già anticipato il consigliere Puppa quando la Provincia acquistò le nuove

macchine insacchettatrici, la giornata del 2 aprile è soprattutto un’occasione di sensibilizzazione

per la cittadinanza, nella quale i principali punti di produzione saranno attivati

contemporaneamente e produrranno 7500 sacchi di polipropilene che la popolazione potrà

ritirare gratuitamente. Questa giornata servirà anche per illustrare come vanno impiegati questi

strumenti di difesa e, soprattutto, si cercherà di sottolineare l’importanza dell’azione preventiva:

lo scopo è far passare il messaggio fondamentale “ci si prepara e ci si attrezza prima

dell’emergenza, prima che avvenga l’eventuale evento calamitoso”.

Ma la “produzione” di sacchini di sabbia e la distribuzione non saranno le sole attività previste

nella giornata. I soggetti interessati, infatti, saranno impegnati anche a parlare di prevenzione e

di norme di autoprotezione per la popolazione. Insomma: una vera e propria attività di

informazione che spazierà dal rischio idraulico al sistema di protezione civile, dalle norme di

comportamento in fase di emergenza, ma anche prima e dopo l’evento alluvionale; dalle differenti

tipologie dell’uso dei sacchi di sabbia fino agli strumenti utili per difendersi dagli allagamenti (uso

di paratie o sacchi in cellulosa).

Ufficio Stampa della Provincia di Lucca 3/30/2016

Tel. 0583/417274 – 417494 – 417933

e-mail: ufficiostampa@provincia.lucca.it

I punti di produzione e distribuzione. A Lucca il “centro di smistamento” sarà allestito nel

magazzino comunale nell’area delle Tagliate e sarà gestito dallo stesso Comune di Lucca e dal

volontariato locale; a Capannori, al mercato comunale di Marlia (comune di Capannori e

volontariato); a Porcari presso il magazzino di Piazza del Mercato (Comune di Porcari e

volontariato); a Borgo a Mozzano presso il Centro Intercomunale di protezione civile di Piano di

Gioviano gestito dall’UCMediavalle del Serchio e dal volontariato locale. Infine a Viareggio al

Mercato florovivaistico (Comune di Viareggio, UC Alta Versilia, Consorzio Bonifica Toscana Nord e

volontariato locale).

I cittadini sono invitati a partecipare: l’iniziativa si svolgerà dalle 15 alle 19.

I soggetti coinvolti. La Provincia, i Comuni di Lucca, Capannori, Porcari, Viareggio, l’Unione dei

Comuni della Mediavalle del Serchio, l’Unione dei Comuni Alta Versilia, il Consorzio di Bonifica

Toscana Nord, e soprattutto un gran numero di associazioni di volontariato di protezione civile di

tutta la provincia e, in particolare, le associazioni appositamente formate da parte del

Dipartimento Nazionale di Protezione Civile per effettuare attività di informazione alla popolazione

nell’ambito della campagna “Io non rischio Alluvione”. Particolarmente preziosa è stata la

collaborazione all’organizzazione da parte del Comitato Provinciale di Protezione Civile e del

Dipartimento Nazionale di Protezione civile che ha autorizzato l’utilizzo delle associazioni della

campagna “Io non rischio”.

Per quanto riguarda l’organizzazione generale di Protezione civile, dall’inizio del 2016 il

territorio provinciale di Lucca può contare complessivamente su sei punti di produzione dei

sacchini, dotati di insacchettatrice automatica: Lucca (insacchettatrice di proprietà della

Provincia, gestita in collaborazione con il Comune di Lucca); Porcari (insacchettatrice di proprietà

del Comune di Porcari); Capannori (insacchettatrice di proprietà della Provincia gestita insieme

con il Comune di Capannori); Borgo a Mozzano (attrezzatura della Provincia in gestione con l’UC

Mediavalle del Serchio); Viareggio (insacchettatrice di proprietà e in gestione del Consorzio di

Bonifica n.1 Toscana Nord) e Alta Versilia (insacchettatrice di proprietà della Provincia, in

gestione con la collaborazione dell’UC Alta Versilia).

Ogni Comune o centro Intercomunale di protezione civile che voglia prodursi scorte di sacchi

antiallagamento da oggi potrà farlo utilizzando l’organizzazione dei 6 punti di produzione sovra-

comunale semplicemente acquistando il materiale e programmando l’attività con il soggetto

gestore del punto di produzione. Da sottolineare, infine, la particolare disponibilità del Comune di

Porcari e del Consorzio di Bonifica n.1 Toscana Nord che, per la suddetta finalità, hanno concesso

l’uso di macchine insacchettatrici di loro proprietà.

Share