Proseguono i lavori alla fognatura a Massa Macinaia: al via l’ultima parte del maxi intervento. Progetto da 1,9 milioni

Lavori fognatura-Foto d'archivio

Prosegue il maxi intervento di Acque per la nuova rete fognaria a servizio di una consistente parte della frazione di Massa Macinaia nel comune di Capannori. Un’opera significativa, il cui importo complessivo ammonta a 1,9 milioni di euro: interesserà in modo diretto circa 400 abitanti, ma avrà benefici ambientali complessivamente più ampi. L’importante estensione della rete fognaria, con il conseguente collettamento dei reflui verso il sistema di depurazione civile, ha, infatti, l’obiettivo di ridurre gli scarichi diretti nel reticolo idraulico secondario e quindi di migliorare l’impatto del servizio idrico integrato sull’intero ambiente circostante.

Il progetto (che ha interessato l’amministrazione comunale di Capannori, il Genio Civile della Regione, la Soprintendenza dei Beni Culturali e l’amministrazione provinciale di Lucca) è stato suddiviso in tre parti. La prima, cominciata a marzo, consisteva nella realizzazione di due tratti di nuova condotta fognaria, per una lunghezza complessiva di circa un chilometro. La seconda parte ha riguardato invece la realizzazione di una stazione di sollevamento fognario in via di Ponte Maggiore: qui i lavori sono in dirittura di arrivo, dopo gli inevitabili rallentamenti per le copiose piogge in primavera e in questo inizio di autunno.

Il terzo lotto dei lavori (che vede la contestuale acquisizione delle aree private necessarie) è appena cominciato, e comporta la realizzazione degli ultimi due tratti di fognatura, per una lunghezza di ulteriori 1000 metri, tra via Sottomonte e via della Chiesa. Oltre all’estensione della rete fognaria, in via Sottomonte è previsto il rifacimento di un tratto di condotta idrica: quella esistente sarà sostituita tramite due condotte in ghisa sferoidale (della lunghezza di circa 420 metri ciascuna), posate in un unico scavo, grazie alle quali sarà possibile separare il sistema di adduzione da quello di distribuzione, ottimizzando il funzionamento del sistema e migliorando complessivamente il servizio acquedotto.

«L’estensione della rete fognaria a Massa Macinaia è un’opera davvero molto importante perché consentirà a numerose famiglie della frazione di poter usufruire di un servizio essenziale come quello delle fognature – afferma l’assessore ai lavori pubblici Davide Del Carlo -. Un’opera consistente che sta giungendo al termine e che porterà benefici anche da un punto di vista ambientale.  Il Comune si è impegnato per stare al fianco dei cittadini perle problematiche provocate dai lavori soprattutto nella zona di via  Ponte Maggiore e Corte Baccetti e si sta prodigando affinché al termine degli interventi sia ripristinata quanto prima la situazione precedente. La nostra amministrazione ritiene fondamentale dotare di servizi essenziali come acquedotto, metano e fognature le aree del territorio che ne sono ancora sprovviste e l’estensione della rete fognaria di Massa Macinaia è uno gli interventi più importanti in questo ambito».

L’investimento per la terza parte dei lavori ammonta a 900mila euro sugli oltre 1,9 milioni complessivi. Salvo imprevisti, le operazioni dovrebbero finire indicativamente entro aprile 2020. Quando i lavori saranno terminati, le utenze potranno procedere al collegamento alla rete fognaria, poiché l’infrastruttura sarà già dotata di predisposizione all’allaccio.

«Una volta completato il progetto – ricorda il consigliere di Capannori in Acque SpA, Antonio Bertolucci – le nuove tubazioni a gravità lungo via di Ponte Maggiore, via della Chiesa e via Sottomonte recapiteranno presso la stazione di sollevamento nei pressi di Corte Pistelli. Questa, a sua volta, spingerà i reflui tramite una tubazione premente verso la fognatura lungo la Strada Provinciale 439, a nord del canale Rogio, e quindi all’impianto depurativo di Casa del Lupo».

Share