La Sovrana Pulizie Siena – Geonova Lucca 84-71

SIENA: Bianchi 3, Olleia 12, Lenardon 29, Imbrò 20, Nasello 4, Ricci, Mugnaini ne, Zeneli 8, Monciatti 2, Bonelli 6. All. Braccagni

GEONOVA: Loni 13, Danesi 2, Tozzini 12, De Falco 12, Meucci 16, Drocker 2, Puccinelli 2, Del Debbio 10, Porciani, Pierini 2. All. Piazza

ARBITRI: Bellucci di Livorno e Boni di Pelago (Fi)

NOTE: parziali 18-16, 35-31, 57-50

 

La Geonova festeggia l’ammissione in C Gold con una giornata di anticipo. Nonostante la sconfitta nello scontro al vertice contro la Virtus Siena, i lucchesi approfittano dello stop inferto dalla Libertas Liburnia a Valdisieve e si ritrovano matematicamente tra le prime quattro squadre del campionato al termine della prima fase, ancora in corsa per la promozione in serie B.

L’avvio è equilibrato perché le due triple di Lenardon in avvio vengono pareggiate da Meucci (11-11) mentre sempre dall’arco De falco porta la Geonova in vantaggio 815-16) prima che Imbrò ristabilisca le distanze. Nel secondo periodo la Virtus prova ancora ad allungare con Zeneli ma il duo Meucci-Del Debbio ricuce e sorpassa per il 23-25 a 6’30” dall’intervallo. I senesi però continuano a premere sull’acceleratore con un 8-2 che ribalta l’inerzia dell’incontro (31-27). A interrompere il digiuno ci pensa De Falco dalla lunetta ma poi è bravissimo ancora una volta Lenardon a fare un 4/4 ai liberi che manda la Virtus negli spogliatoi con 4 lunghezze di vantaggio.

Dopo la pausa la Geonova si riporta in parità dopo in appena 40 secondi con due sfuriate di Danesi e Tozzini ma i padroni di casa sono pronti di nuovo a piazzare un break con tre liberi di Lenardon e una tripla di Olleia che danno il +9 849-39). Ci pensano De Falco e Meucci a ridurre lo svantaggio dall’arco ma poi una tripla di Lenardon e una di Bonelli sulla sirena del terzo quarto danno di nuovo slancio ai senesi. L’ultima frazione è quella che lancia definitivamente la Virtus verso il successo con Nasello che sigla il 65-54. Tozzini e Loni riescono a ricucire lo strappo fino al 68-62 ma a quel punto i ragazzi di Braccagni allungano con decisione con Olleia e una schiacciata di Nasello (72-62) che chiude tutti i conti.

 

Il commento di Giuseppe Piazza: E’ stata una partita giocata sempre punto a punto fino a cinque minuti dalla fine quando c’è stato il break decisivo e ci siamo disuniti in attacco. Fino a quel punto siamo stati continui e abbiamo giocato una discreta partita sia in attacco sia in difesa. Devo fare i complimenti a Lenardon per come ha giocato. Non ha solo segnato ma ha saputo subire falli e realizzare i tiri liberi prendendo per mano la squadra nei momenti decisivi. Anche da parte nostra ho vista una prestazione discreta, probabilmente avremmo potuto fare qualcosa in più. Rimane l’amaro in bocca di festeggiare una promozione con una sconfitta ma abbiamo fatto una buona prestazione. Ora chiuderemo la prima fase con il derby contro la Libertas in cui vorremmo festeggiare di fronte al nostro pubblico quello che abbiamo conquistato oggi. E’ una partita che avrà una valore molto relativo per la classifica e credo che possa essere la giusta conclusione di questa prima fase in cui il campanilismo e la voglia di confrontarsi a viso aperto possano far divertire anche il pubblico.

Share