Progetto Rocca: Giovannetti, accesso sito sarà green (con mezzo elettrico). Giusto vendere sogni ma per la Rocca servono milioni. PD ha preferito finanziare forte fantasma di Motrone.Foto Giovannetti Ufficiale

“Giusto vendere sogni ma per la Rocca di Sala servono milioni di euro per il recupero completo: risorse che il Comune non avrà mai. Servono progetti seri e credibili, così come è stato per il Museo Mitoraj: solo così possono essere finanziati dallo stato centrale. Il Pd ha governato per anni a livello nazionale ma per la Rocca non è arrivato un euro. Il candidato del Pd continua a vendere fumo e ricette miracolose. Avrebbe dovuto leggere il progetto del 2016 depositato in comune: l’accesso al sito, fino alla Torre di Guardia, in attesa della realizzazione della più ambiziosa cremagliera, sarà green attraverso un bus navetta a trazione elettrica, quindi ad inquinamento zero, ma prima dovremo migliorare la pavimentazione attraverso una serie di interventi come la regimazione delle acque e di un’illuminazione adeguata. Interventi già previsti dal nostro progetto”: Alberto Giovannetti, candidato del centro destra unito alle prossime elezioni comunali di Pietrasanta invita all’onestà. Giovannetti era salito alla Rocca alcuni giorni fa per visionare i lavori appena terminati. Lavori che l’amministrazione Mallegni ha programmato nei due anni di mandato riportando finalmente le mura ad essere visibili anche dal mare. “La nostra amministrazione ha investito, per la Rocca di Sala, mezzo milione di euro che sono stati destinati ai lavori di restauro e consolidamento della cinta muraria della Rocca di Sala, per la messa in sicurezza di Palazzo Guinigi e per la ricostruzione della Torre di Guardia crollata. Grazie alla convenzione con l’associazione l’Uovo di Colombo sono state ripulite le mura e le sterpaglie. Il progetto? C’è già. Il candidato del Pd è come al solito poco e male informato. Quello che il comune poteva fare è stato fatto. Per fortuna ora Pietrasanta ha un senatore, che è stato il nostro sindaco, e per fortuna non è del Partito Democratico che ha buttato via 800mila euro per un forte, quello di Motrone, che non esiste quando avrebbe potuto destinarli alla Rocca”. Nel frattempo, ma di questo il candidato del Pd non si è accorto, passando proprio li di fronte, i graffitari sono tornati a colpire le mura: “anche per questo spazio servirà un impianto di videosorveglianza – conclude Giovannetti – la lotta al degrado e al vandalismo gratuito sarà ancora al centro della nostra attenzione per preservare il decoro ed il nostro patrimonio”.

Share