PROGETTO PER NUOVE TELECAMERE DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO: MASSAROSA PARTECIPA AL BANDO DEL GOVERNO
Sicurezza stradale, prevenzione e repressione di atti criminosi questi gli obiettivi che hanno spinto l’Amministrazione Comunale a mettersi a lavoro per reperire ulteriori risorse per nuove telecamere di videosorveglianza dinamica da installare sul territorio.
 Il progetto, per ottenere i finanziamenti previsti dal Governo su questa specifica materia, prevede la realizzazione di un nuovo varco di lettura targhe a Piano di Mommio, zona scoperta da segnale radio e videosorveglianza dinamica, in modo da poter implementare il sistema già presente sul territorio. La Giunta ha approvato il progetto di fattibilità per l’installazione di un ponte radio di trasmissione e 2 telecamere lettura targhe sulla SS 439 Sarzanese, in località Piano di Mommio, oltre a 2 relative telecamere di contesto.
 40mila euro il costo complessivo su cui basare la richiesta al Governo che per il 2021 ha messo a disposizione 27 milioni di euro da destinare alla realizzazione di questa tipologia di impianti da parte dei Comuni.
 “Vogliamo cogliere l’opportunità di questo bando su fondi ministeriali – spiega il vice-sindaco e assessore alla pianificazione strategica e alla ricerca fondi Damasco Rosi – ringrazio il comando di Polizia Municipale e tutti gli altri uffici che in questi giorni hanno lavorato per predisporre gli atti necessari per partecipare al bando. Il finanziamento, nel caso in cui ci venga concesso, ci permetterà di realizzare un altro passo decisivo in chiave di sicurezza stradale e contrasto alla criminalità. La sinergia su questo tema, tra comune, Forze dell’Ordine e Polizia Municipale, è fondamentale”.
 “La sicurezza dei cittadini è una priorità – commenta la Sindaca Simona Barsotti – così come la collaborazione tra istituzioni e comunità. In quest’ottica stiamo lavorando per dare risposte concrete e strumenti utili proprio nel comune sforzo di contrasto a fenomeni che vanno dalle irregolarità dei veicoli a veri e propri atti di criminalità sul territorio”.
Possono accedere al contributo i comuni che abbiano individuato l’installazione di sistemi di videosorveglianza come prioritario obiettivo per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria. Il progetto era già stato indicato nella Convenzione sulla videosorveglianza dinamica firmata nel 2016 tra la Prefettura di Lucca ed i comuni della Versilia, fra cui Massarosa. In caso di ammissione a contributo da parte del Ministero, il progetto verrà finanziato anche da fondi propri del Comune per oltre 7 mila euro disponibili sui capitoli di spesa della Polizia Municipale.

 

Share