Progetto LU.ME.Marco Brinzi sarà il protagonista  del monologo dedicato alla sicurezza sul lavoro
Si è concluso il laboratorio teatrale cui hanno partecipato i referenti LU.ME.

Sicurezza sul lavoro: uno spettacolo. Le aziende del Progetto “LU.ME. Lucca Metalmeccanica” insieme a Teatro del Giglio e all’agenzia di comunicazione Fascetti Associati portano sul palco l’uomo e la sua integrità fisica, anche e soprattutto al lavoro, con un monologo interpretato da Marco Brinzi.

I referenti delle aziende LU.ME. si sono messi a disposizione per contribuire a individuare tematiche e riflessioni reali, concrete e vissute con lo scopo di scrivere, realizzare e produrre uno spettacolo ad hoc per portare al pubblico in maniera leggera, ma educativa, il tema della sicurezza.

Dino Ponziani di KME, Ilaria Bruno di Toscotec, Daniela Franceschi di Gambini, Ombretta Pacini di Fapim, Alessandra Pulvirenti di A.Celli, Nicolò Giusti di Fosber (nella foto insieme a Cataldo Russo del Teatro del Giglio, Marco Brinzi, Morena Rossi e Ilaria Puccinelli di Fascetti Associati) hanno così partecipato al Laboratorio teatrale che si è tenuto martedì 12 aprile al teatro di San Girolamo, dove l’attore Marco Brinzi, gli autori Cataldo Russo e Morena Rossi e Ilaria Puccinelli di Fascetti Associati hanno raccolto spunti, idee e proposte.

L’idea di elaborare uno spettacolo teatrale sul difficile tema della sicurezza sul lavoro viene dalla positiva esperienza maturata negli anni dal Progetto LU.ME. a Lucca con “Orientagiovani”, l’iniziativa nazionale di Confindustria all’interno della quale il progetto ha proposto spettacoli originali dedicati ai più piccoli alle prese con la scelta della propria formazione superiore. Un altro lavoro partito “dal basso”, anche attraverso laboratori nelle scuole, per approdare su diversi palchi del territorio provinciale con un messaggio importante: quale futuro voglio per me. Anche in questo caso gli spunti, le idee, gli input, vengono dai diretti interessati: quelli che lavorano. Adesso prende il via il la costruzione dello spettacolo, che proseguirà nei prossimi mesi fino alla messa in scena al teatro del Giglio l’11 novembre.

“Un linguaggio, quello teatrale, che consente di far passare messaggi importanti dando spunti di riflessione – spiega Emilio Iavazzo, coordinatore del progetto LU.ME. -. Tutti noi, anche se non siamo datori di lavoro, dobbiamo sentirci coinvolti sulla sicurezza, non solo sul lavoro ma in un senso e in uno spazio di vita più ampi: ci accompagna fin da piccoli e ne acquisiamo consapevolezza nelle varie fasi della nostra vita”.

Il progetto LU.ME. Lucca Metalmeccanica, con il supporto di Confindustria Toscana Nord, riunisce 10 tra le più grandi aziende del comparto metalmeccanico per realizzare iniziative in favore del territorio. Sono A.Celli Paper, A.Celli Nonwovens, Fapim, Fosber, Gambini, KME Italy, Körber, Rotork Fluid Systems, Sampi e Toscotec.

Per informazioni: www.luccametalmeccanica.it

Share