Profumi e ricordi della mia Garfagnana  

di Luciano Zanelli

 

Uno spaccato della vita trascorsa in Garfagnana quello che si ritrova tra le righe dell’ultimo libro, appena pubblicato, di Luciano Zanelli, Profumi e ricordi della mia Garfagnana  (Tralerighe Libri), che verrà presentato domenica 14 agosto alle ore 18.00 presso il Villaggio Barilari a Passo Carpinelli, per gli eventi estivi del Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico.

 

L’idea del libro nasce da un incontro con un gruppetto di quattro o cinque avventori che in un paese dell’alta Garfagnana, intorno a un tavolo, consumavano un bicchiere di buon vino e parlavano animatamente. Una raccolta di brani con molti episodi della sua vita, nella quale hanno fatto da sfondo le vicende storiche del paese della Garfagnana da cui l’autore è partito nel 1957. Brani che riguardano il dicembre, la notte dell’Epifania, l’estate, il metato; oppure persone come la nonnina o il maestro Carlo, e ancora i mestieri antichi o le pagine di storia legate alla seconda guerra mondiale.

 

Luciano Zanelli, nato nel 1938 a Giuncugnano, a 17 anni si arruolò nell’Arma dei Carabinieri. Dopo aver frequentato il corso annuale alla scuola sottufficiali dei carabinieri di Firenze, nel 1975, con il grado di maresciallo maggiore, assunse il comando del sottonucleo servizi presidenziali, e per undici anni, si dedicò alla scorta di sicurezza di due Capi di Stato: il presidente Giovanni Leone, e poi il suo successore, Sandro Pertini.

 

Share