L’arrivo di 12 profughi a Coreglia, comune che in passato non si era distinto per disponibilità ad accoglierli, ha messo in allerta alcuni abitanti ed in una nota di Movimento per Coreglia si chiedono delucidazioni sul caso:

La Prefettura (anche se legittimamente per legge) bypassando il Sindaco ha stipulato un accordo con un privato cittadino allo scopo di ospitare profughi e/o rifugiati politici – si legge nella nota – Sabato scorso sono arrivate circa 12 persone a Piano di Coreglia nel silenzio più assoluto. Le domande ovvie e di obbligo dei cittadini attraverso la voce del “Movimento per Coreglia” rivolte al Sindaco Amadei sono queste:

1) Il Sindaco era a conoscenza di
questi arrivi?

2) Se “no”come pensa di rispondere al
Prefetto di Lucca vista la
considerazione che ha avuto nei
confronti di un Primo Cittadino?

3) Se “si” come mai il Signor Sindaco
non ha informato subito la
Cittadinanza di Coreglia Antelminelli
dell’arrivo di questi “profughi”?
(cosa che in altri comuni “anche
limitrofi” è stata fatta).

4) Queste persone chi le deve
mantenere e gestire: Prefettura,
ASL,Comune,cooperative, chi le
ospita? Dato che la legge sui
profughi è abbastanza ambigua.

5) Queste persone sono state visitate
affinché ci siano certezze sulla loro
salute e che non siano portatori o
meno di malattie che già da qualche
tempo si stanno divulgando nel
nostro Paese e sono portate proprio
da questi?

6) Si è fatta una verifica per accertarsi
che queste persone siano
veramente profughi oppure semplici
Clandestini con documenti falsi o
peggio ancora appartenenti a
qualche cellula terroristica?

Share