PROCLAMATO IL VINCITORE DELL’ETYMOS ENSEMBLE CALL FOR SCORES

Si è concluso in questi giorni il primo concorso “Call For Scores” organizzato dall’ Etymos Ensemble in collaborazione con l’Associazione Cluster (della quale l’Etymos è l’ensemble in residence) e la casa editrice Sconfinarte.

Sono state ricevute 34 partiture da 14 paesi diversi (Argentina, Armenia, Austria, Australia, Brasile, Giappone, Gran Bretagna, Iran, Israele, Italia, Polonia, Portogallo, Taiwan e USA) ed il livello dei lavori ricevuti è stato eccezionalmente alto, al punto che  scegliere un solo vincitore tra tutte le eccellenti partiture ricevute è stata una vera sfida per la giuria composta da  Vito Palumbo (presidente di Giuria), Antonio Agostini, Antonio Bellandi, Girolamo Deraco ed i musicisti dell’ Etymos Ensemble.

Il brano che è risultato vincitore con l’unanimità della giura è risultato “Nocturnal” per flauto solo di Alex Nante (Argentina) il quale , oltre al premio in denaro di € 500, avrà stampata la sua composizione dall’edizione Sconfinarte oltre all’inserimento del suo brano in tre diversi programmi di concerto.

La giuria ha inoltre premiato quattro compositori con la Menzione Speciale, i cui lavori sono stati giudicati meritevoli e proprio per questo potranno essere inseriti nei programmi eseguiti dall’Etymos Ensemble in eventi futuri. Si tratta del brano Meglio non dire – per flauto solo di Andrea Benedetti,  (Italia);  di Tabolarius stellaris – un gioco di carte per flauto solo di Andrea Gerratana,  (Italia); di Eldorado – per flauto ed elettronica  di Miyuki Ito,  (Giappone) e di When the wind rises – per flauto contralto e nastro di  Ying-Ting Lin,  (Taiwan).

La giuria dell’Etymos Ensemble Call For Scores ha comunicato anche  i nomi dei finalisti del concorso: Gianni Bozzola (Italia), Paolo Geminiani (Italia), Francesco Maria Paradiso (Italia) Gregory Carl Pfeiffer (USA) e Mark Wolf(Australia).

Share