Tutto esaurito alle Scuderie Granducali per l’esibizione “La Veglia”, da un’idea di Walter Bandelloni. Uno spettacolo semplice, genuino, che ha segnato l’inizio del periodo natalizio con la celebrazione delle nostre trmadizioni. Come un richiamo alle cose di un tempo, quando ci si incontrava nella piazza del paese e non ci dovevamo affannare a rincorrere la tecnologia e i rapporti tra le persone erano diretti, veraci, sanguigni.

Due compagnie dialettali, Le Nuove Leve e il Gruppo di Cerreta, il Coro San Lorenzo, diretto da Marina Marrai, che ha anche curato la regia dello spettacolo, una bellissima, sofisticata ed eterea Caterina Ferri, un’altrettanto brava Donatella Carli, in coppia con Felice Salvatori, infine due musici d’eccellenza, Piero Moriconi e Riccardo Chelli. 

Non da meno lo staff tecnico, con Michele Bazzichi e Massimo Barsanti, ma anche una calorosa accoglienza all’interno del Teatro. 

“Uno spettacolo che intrattiene piacevolmente il pubblico, da qualche anno, e la cosa piu’entusiasmante è che, ad ogni esibizione, trovo sempre qualcuno di nuovo” – Queste le parole del Presidente della Pro Loco, Marco Bertagna.

Presente in sala anche il Sindaco, Riccardo Tarabella, che, salito sul palco, ha parlato di un imperdibile appuntamento, preparato nei minimi dettagli con grande entusiasmo dalla Pro Loco di Seravezza.

A riprendere tutto lo spettacolo era presente lo staff di cineoperatori di TELERIVIERA.

Share