FullSizeRender-4

 

 

A Natale si potrebbe avverare il sogno di poter assistere ad un concerto dei ragazzi del Liceo Musicale e Coreutico “Passaglia” di Lucca nella nuova sede dell’antico Chiostro di Sant’Agostino!

E’ una delle affermazioni, speriamo non troppo ottimistica, registrata stamani nella visita a Lucca, del Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Gabriele Toccafondi, oggi coordinatore Regionale della Toscana, per il Nuovo Centro Destra.

Certo è che i tempi che si sono dati il Presidente della Provincia Stefano Baccelli, assistito da molti tecnici e il Senatore Andrea Marcucci nel sopralluogo di stamani (16 febbraio) sono davvero fulminanti!

Firmato a Firenze appena dodici giorni fa (il 4 febbraio) fra Palazzo Ducale e l’agenzia del Demanio (proprietario del Chiostro e degli edifici annessi) che è stato siglato in forma di concessione annuale, anche se in realtà, si tratta solo di un primo passo in attesa del trasferimento definitivo, oggi è stato dichiarato che il progetto per trasferire il Liceo Musicale nel quattrocentesco chiostro, con i caratteristici pilastrini ottagonali, sarà pronto all’inizio di marzo, in modo da far partire i lavori a maggio.

L’intervento per ridare nuova vita al complesso, adesso in un pietoso stato di abbandono e che si integra con la Chiesa omonima, ricostruita nel XIV secolo su un monastero agostiniano e sulla chiesa di San Salvatore in Muro, cosiddetta perché addossata alla cinta romana, con il campanile che s’imposta sugli archi del Teatro romano! si aggirerà su un milione e seicentomila Euro.

Il Chiostro che fu anche usato dai torturatori nazifascisti, una volta ospitava una palestra per gli alunni del Liceo Classico e poi il Centro Enaip, le ACLI e ancora una parte degli archivi della Prefettura (che verranno adesso spostati in Palazzo Ducale) ed una porzione della Biblioteca Governativa (che invece rimarranno almeno per ora). Fu anche sede per i corsi di Teatroterapia che portarono spettacoli di successo in tutta Italia (ricordiamo il Papalagi) e di un locale di ristoro e musica (L’Inkiostro).

FullSizeRender-2

Adesso si spera che entro l’anno risuonino nuove note, così anche di fa uscire il Liceo Musicale “Passaglia” da una sede insostenibile e di ridare vita al Chiostro che si appoggia ai muri dove riposa la Beata Elena Guerra.

Share