I Vigili del fuoco del comando di Massa Carrara stanno intervenendo dalle ore 5:45 nel comune di Massa in Viale Amerigo Vespucci presso il Pontile di Marina di Massa per la ricerca di una persona in mare.
Sono due le persone di 20 anni di nazionalità tedesca che si sono tuffate dal pontile questa mattina, una di queste ha raggiunto a nuoto la riva e ha dato l’allarme, mentre sono il corso le ricerche del secondo ragazzo che non è riemerso.
I Vigili del fuoco stanno perlustrando con le moto d’acqua lo specchio di mare in corrispondenza del pontile, mentre i componenti della squadra di terra sono disposti in osservazione sul pontile e sugli scogli. Inviato il nucleo sommozzatori del comando di Firenze, che a causa del moto ondoso in crescita non riesce ad operare per la presenza della scogliera e dei piloni del pontile. In volo l’elicottero della Marina Militare per il sorvolo dell’area. Presenti anche le imbarcazioni della Capitaneria di Porto. Le operazioni di ricerca sono ostacolate dal vento forte e dal moto ondoso in forte crescita.
Notizia in aggiornamento…

 

MASSA – I Vigili del fuoco del comando di Massa Carrara stanno intervenendo dalle ore 5:45 per la ricerca di un ventenne tedesco disperso in mare.

Nelle prime ore del mattino due giovani di 20 anni di nazionalità tedesca che facevano parte di una comitiva di studenti in vacanza a Marina si sono tuffati nella zona del pontile. A quell’ora le condizioni del mare stavano già peggiorando notevolmente e i due si sono trovati subito in difficoltà. Uno di loro è riuscito a raggiungere la riva a nuoto la riva e ha dato l’allarme, ma per tutta la mattinata sono proseguite le ricerche dell’altro ventenne.I Vigili del fuoco hanno perlustrato con le moto d’acqua lo specchio di mare in corrispondenza del pontile, mentre i componenti della squadra di terra sono disposti in osservazione sul pontile e sugli scogli. Inviato anche il nucleo sommozzatori del comando di Firenze, che a causa del moto ondoso in crescita non è riuscito però ad operare anche per la presenza della scogliera e dei piloni del pontile.

Le ricerche sono proseguite per tutta la mattinata dall’alto, con l’elicottero della Guardia Costiera e con le unità di terra che hanno perlustrato le acque intorno alla barriera frangiflutti di fronte alla spiaggia. Il mare aperto è stato scandagliato con le motovedette ma il peggioramento delle condizioni meteo ha costretto le unità a rientrare.

Condizioni del mare proibitive ma che, purtroppo, non hanno impedito a questi due turisti inglesi di improvvisare un bagno, immediatamente fatti allontanare dall’acqua da una pattuglia della Guardia Costiera.

Share