Sabato 7 dicembre, ore 12,00 presentazione del presepe della parrocchia del Centro Storico di Lucca nella chiesa di san Michele in Foro

La Natività al “centro”.

Con la partecipazione dell’arcivescovo Paolo Giulietti sarà presentato il grande presepe allestito nella chiesa di san Michele in Foro. Il lavoro realizzato dal nostro concittadino prof. Adolfo Lorenzetti, con la attiva collaborazione di diversi volontari che hanno offerto molte ore del loro tempo e della Confraternita dei Legnaioli di Lucca, si rifà alla tradizione del presepe italiano con i classici elementi (la grotta, la santa famiglia, i pastori, il mondo rurale ed operoso circostante…) che rendono familiare la rappresentazione della Natività del Signore.

Questa familiarità tuttavia necessita di essere compresa nella sua corretta prospettiva: non è solo una bella rappresentazione artistica ma è lo sforzo di rendere evidente la “centralità” dell’Incarnazione del verbo di Dio nella vita degli uomini.  Proprio per questa centralità la Comunità dei credenti, che è anche custode dell’Evento dell’Incarnazione, sottolinea che non ci dobbiamo lasciar catturare da prospettive distorte che fanno del Natale una corsa ai consumi o a riti che niente hanno a che vedere con la nascita del Salvatore. Lo sforzo è di porre di nuovo la Natività al “centro” della vita, della storia, della vicenda di ogni uomo come condizione di senso e di vera gioia.

Lo stesso papa Francesco ha ribadito proprio in questi giorni l’importanza del presepe con la sua Lettera Apostolica “Admirabile Signum” con la quale, dice il papa, “vorrei sostenere la bella tradizione delle nostre famiglie, che nei giorni precedenti il Natale preparano il presepe. Come pure la consuetudine di allestirlo nei luoghi di lavoro, nelle scuole, negli ospedali, nelle carceri, nelle piazze… È davvero un esercizio di fantasia creativa, che impiega i materiali più disparati per dare vita a piccoli capolavori di bellezza. Si impara da bambini: quando papà e mamma, insieme ai nonni, trasmettono questa gioiosa abitudine, che racchiude in sé una ricca spiritualità popolare. Mi auguro che questa pratica non venga mai meno; anzi, spero che, là dove fosse caduta in disuso, possa essere riscoperta e rivitalizzata”.

Da qui il tema che la Parrocchia del Centro Storico propone con questo presepio: «La Natività al “centro”» e che si esprime visivamente con la scelta della collocazione della realizzazione artistica: nell’edificio chiesa al “centro” della Città (san Michele) e al “centro” della stessa chiesa, forse, ma volutamente, in modo evidente ed “ingombrante” perché l’Incarnazione è un evento grande ma alla fine parecchio scomodo per un tempo distratto e superficiale come il nostro.

 

L’invito è per sabato prossimo alle ore 12,00 nella chiesa di san Michele in Foro per la presentazione, insieme all’arcivescovo Paolo, di questo presepe della “tradizione” e al tempo stesso “della fedeltà al Vangelo”.

 

Share