Premio “Michelangelo Buonarroti”: record di presenze alla cerimonia finale. Positivi effetti in termini di visibilità e promozione per Seravezza

Ben 833 le presenze certificate alla due giorni finale del Premio “Michelangelo Buonarroti”, andato in scena lo scorso fine settimana al teatro delle Scuderie Granducali di Seravezza. Un netto incremento rispetto allo scorso anno, quando le presenze toccarono il pur lusinghiero traguardo delle 600 unità, a conferma di una crescita complessiva dell’evento organizzato dall’associazione culturale “Arte per Amore” e patrocinata dal Comune di Seravezza e dalla Fondazione Terre Medicee. Il Premio, giunto alla terza edizione, conferma così il suo appeal nei confronti di artisti, scrittori e poeti di tutta Italia e la sua capacità di attrarre pubblico su Seravezza e la Versilia, dando un significato concreto a una delle finalità statutarie del concorso, quella di valorizzare il territorio. Considerando anche coloro che sono arrivati senza registrarsi ufficialmente, si può valutare in circa mille le persone che sabato e domenica scorsi hanno gravitato su Seravezza, tra Palazzo Mediceo e il centro storico, pernottando in hotel della Versilia, visitando i dintorni, consumando nei locali e nei ristoranti della zona. «Siamo davvero soddisfatti per come sono andate le cose», dichiara Barbara Benedetti, presidente del Premio. «Non mi riferisco solo all’esito dell’evento in sé, con tante belle presenze fra giurati e concorrenti, ma anche per i riflessi che il Premio ha avuto localmente. Siamo felici anche della buona accoglienza ricevuta dal catalogo e dall’antologia e di come sia partita la sezione collaterale riservata alle scuole. Siamo già al lavoro per l’edizione 2018, con idee di ulteriore sviluppo del nostro progetto, aprendo ad esempio anche alla video-arte e alla video-poesia. Mi preme intanto ringraziare l’Amministrazione Comunale e la Fondazione Terre Medicee di Seravezza per il supporto che ci hanno dato, rivolgendo un particolare ringraziamento al sindaco Riccardo Tarabella e all’assessore Giacomo Genovesi, presenti entrambi alla cerimonia finale a teatro».

Le opere premiate nelle sezioni artistiche del Premio “Michelangelo” sono esposte al piano nobile di Palazzo Mediceo fino a domenica 26 novembre. Si posso ammirare nei giorni di sabato e domenica con orario 16-20 (ingresso libero). Molti autori hanno manifestato l’intenzione di tornare nel fine settimana per accogliere amici, familiari ed appassionati d’arte in visita alla mostra. Lecito attendersi quindi un altro vivace week-end per Seravezza. «Quello della ricaduta sul territorio è uno degli aspetti della manifestazione che ci sta più a cuore», commenta l’assessore Giacomo Genovesi. «L’Amministrazione Comunale è lieta di accompagnare il Premio verso un sempre maggior radicamento, nell’ottica di una valorizzazione dei luoghi, del loro patrimonio storico-culturale e dell’offerta di intrattenimento».

Share