Tendostruttura2-300x225, possibile grazie all’avanzo di amministrazione

La struttura di 300 metri quadrati è stata installata a Viareggio e ospiterà il magazzino centralizzato di tutto l’Ente di bonifica

Viareggio – A pochi giorni dall’inizio dei lavori è già terminato il montaggio della nuovissima tendostruttura che ospiterà il magazzino centralizzato di tutto il Consorzio 1 Toscana Nord.

La struttura di 300 metri quadrati, in alluminio e pvc sorge affianco alla grande officina centralizzata, al quartiere Migliarina, sede storica dell’Ente, ed è funzionale ai lavori meccanici che il Consorzio realizza in proprio su impianti e macchinari. Data la posizione strategica rispetto al territorio gestito, il nuovo magazzino sarà il punto di riferimento per tutte le altre sedi del Consorzio, accoglierà infatti materiali, piccoli mezzi, attrezzature che saranno utilizzati per le necessità di ogni area tra quelle gestite, dalla Lunigiana alla Lucchesia.

Tendostruttura3“Potenziando le strutture esistenti abbiamo scelto di puntare sulle professionalità altamente specializzate dei dipendenti impiegati nell’officina meccanica aziendale – spiega il presidente del Consorzio 1 Toscana Nord, Ismaele Ridolfi – Un investimento in termini di qualità di lavori, ma anche di celerità negli interventi realizzati. Molte opere idrauliche infatti vengono autocostruite, basti pensare a cateratte, paratoie, parapetti e questa possibilità si traduce in un risparmio effettivo per il Consorzio, che riesce così a intervenire in tempi brevi e a rispondere alle necessità idrauliche dei corsi d’acqua“.

L’investimento totale per la struttura è di 70mila euro, finanziati con l’avanzo di amministrazione dell’Ente. “Nell’area versiliese investiamo gran parte degli avanzi prodotti grazie a una gestione oculata dell’Ente e dalle economie di scala, possibili grazie alla nascita del nuovo Consorzio 1 Toscana Nord – spiega Ridolfi – Abbiamo così adesso a disposizione una struttura che aumenta l’efficacia della nostra attività di prevenzione, per la sicurezza idraulica del territorio e di tutti i cittadini”.

 

Share