Pronto il bilancio di previsione 2019, più soldi per il sociale e cospicui investimenti a tutela della sicurezza e del decoro urbano

Ammonta a poco più di 11 milioni di euro il bilancio preventivo 2019 con il quale l’amministrazione comunale di Porcari intende confermare gli impegni assunti con i cittadini in campagna elettorale e mantenere alto il livello dei servizi offerti. E questo nonostante le difficoltà legate alla difficile congiuntura economica che sta attraversando il paese e di conseguenza dalle scelte compiute a livello centrale che hanno inciso soprattutto sulla parte corrente del bilancio, cioè quella che riguarda la gestione delle attività ordinarie, scolastiche, culturali e di decoro del paese.

 

Su questo si concentrano infatti le minori entrate dovute a tagli o diversa destinazione dei fondi di trasferimento statale, vincolate solo alle spese di messa in sicurezza del territorio e pari a circa 58mila euro, oltre alla necessità di rispettare tecnicismi contabili che hanno imposto un accantonamento a fondo crediti per quasi 100mila euro in più rispetto all’anno passato. A tutto ciò si deve aggiungere un minor gettito Imu per 40mila euro.

 

Ma il documento contabile che sarà portato nell’aula del consiglio comunale il prossimo 26 marzo contiene anche un innalzamento della spesa a favore del sociale per circa 52mila euro e un nuovo capitolo di uscita, voluto fortemente da questa amministrazione, e destinato al sostegno del lavoro. Voci in aumento che hanno creato la necessità di rivedere alcuni parametri apportando tagli di spesa per oltre 300mila euro e cercando risorse alternative per proseguire nel solco ormai tracciato da tempo: mantenere inalterato il già alto livello dei servizi offerti, essere vicini alle fasce più deboli della popolazione, conservare il decoro urbano e garantire la sicurezza del territorio e delle persone.

 

In questo senso, il 2019 vedrà la realizzazione di una serie di attesi interventi per migliorare la mobilità complessiva, come il completamento del percorso pedonale che consentirà di percorrere a piedi il paese da est a ovest, il nuovo marciapiede con annesso ponte ciclabile in via del Centenario e la rotonda all’ingresso di via Galgani a Rughi.

 

Tagli e razionalizzazioni di spesa si accompagnano ad una manovra tributaria che registra un lievissimo incremento dell’addizionale Irpef, con un’incidenza impercettibile modulata sul minimo necessario per conseguire il pareggio di bilancio.

 

“Abbiamo pensato – commenta l’assessore al Bilancio, Roberta Menchetti – che per mantenere il livello dell’offerta in tanti settori cruciali della società avremmo potuto chiedere ai porcaresi di mettere a disposizione della comunità una cifra pari a poco più che un caffè al mese, per continuare ad avere un paese pulito, efficiente ed attento ai più bisognosi e un’offerta di servizi di tutto rispetto come, solo per citare uno dei tanti esempi, quello che Porcari offre attraverso il suo centro anziani”.

 

Sul fronte delle opere pubbliche sono previsti importanti investimenti sulla sicurezza scolastica con la realizzazione nell’anno in corso del primo lotto di lavori alla scuola elementare, a cui nel biennio 2020-2021 seguirà un secondo lotto per arrivare al definitivo completamento della manutenzione straordinaria e di messa a norma di tutti i nostri edifici scolastici. In prospettiva, poi, l’amministrazione comunale ha già posto le basi per la realizzazione della nuova scuola materna stanziando 50 mila euro per la stesura del progetto preliminare.

Share