PORCARI – Non raccolgono i bisogni dei loro animali, prime multe allo sgambatoio

A Porcari i furbi avranno vita dura. Le nuove telecamere mobili, acquistate a fine 2018 con i soldi resi disponibili dall’avanzo di amministrazione, sono recentemente entrate in funzione portando a casa i primi risultati. Lo comunica con soddisfazione il consigliere incaricato della zona 167, David Del Prete, che ha operato in stretta collaborazione col Comando della Polizia Municipale.

 

Nei giorni scorsi alcuni padroni di cani si erano lamentati del fatto che il nuovo sgambatoio in fondo a via Cavanis presentava alcuni problemi. In primis la fontanella per abbeverare gli animali era stata manomessa e dunque non funzionava. E poi la presenza di molti escrementi di cani non raccolti dai padroni, come invece impone a chiare lettere il regolamento affisso all’ingresso della struttura.

 

L’amministrazione è intervenuta senza indugio. “Abbiamo cambiato il rubinetto della fontanella e provveduto a posizionare una delle due telecamere mobili per alcuni giorni al fine di monitorare l’area in questione. Detto, fatto. Le immagini registrate hanno inchiodato alcune persone che, evidentemente troppo “distratte”, si erano dimenticate di raccogliere i bisogni dei loro cani. Una dimenticanza – conclude Del Prete – che costerà parecchio cara ai trasgressori, sanzionati con una multa da 100 euro”.

 

Le due telecamere in dotazione alla Polizia Municipale saranno utilizzate come occhi mobili puntati sul paese, con l’obiettivo di controllare i punti sensibili per individuare eventuali atti di inciviltà diffusa. In modo particolare la pessima abitudine di abbandonare i rifiuti. “Vogliamo trasmettere un messaggio molto chiaro – conclude il consigliere – che deve diventare un monito per il futuro: chi si comporta in modo incivile e non ha rispetto del bene comune non deve farla franca

Share