INIZIA A PORCARI LA RASSEGNA TEATRALE “CHIARO DI LUNA”

Porcari. Venerdì (1 luglio 2016), alle 21,15, all’Auditorium Vincenzo Da Massa

Carrara di Porcari inizierà (per concludersi venerdì 1 agosto), la consueta rassegna

teatrale ChiarodiLuna estate 2016 organizzata dal Comune di Porcari in

collaborazione con la F.I.T.A., Federazione Italiana Teatro Amatori di Lucca e la

Fondazione Cavanis.

La mission del ChiarodiLuna è quella di dare ogni anno spazio e visibilità alle

numerose compagnie teatrali amatoriali lucchesi e, ovviamente, quella di far

divertire i propri spettatori.

Forti di un successo di pubblico e di consensi, che a ogni edizione si rinnovano e

rafforzano, gli organizzatori sono persuasi che anche quest’anno l’offerta culturale

proposta  non deluderà le aspettative.

Sul palco si avvicenderanno compagnie estremamente professionali e interpreti di

grande talento, per i quali la connotazione di “teatro amatoriale” è senz’altro

limitativa, dettata più dalla consuetudine che dai risultati artistici espressi.

«Queste compagnie “amatoriali – dichiara il Presidente del Consiglio comunale di

Porcari, con delega alla Cultura, Lori Del Prete – , sono tali solo per il fatto che i

rispettivi componenti (attori, registi, tecnici ecc.) nella vita svolgono attività

professionali che esulano  dalle scene teatrali. Ciononostante ogni volta ci rendono

partecipi del proprio lungo lavoro preparatorio, fatto di competenza, sacrifici e

tanta, tanta generosa passione. Il successo che il ChiarodiLuna raccoglie ogni anno è

dovuto oltre che alla loro dedizione anche all’eccezionale lavoro che la F.I.T.A. di

Lucca svolge nel coordinarne l’attività. Altro fondamentale ingrediente del successo

complessivo dell’evento estivo è costituito dal lungo, silenzioso, anonimo lavoro dei

volontari delle compagnie teatrali porcaresi, che ogni estate si adoperano per la

migliore riuscita della rassegna».

Lo spettacolo d'esordio della rassegna è affidato alla Compagnia Teatro Studio che

mette in scena “La zia d’America”, commedia brillante di George Deval, regia di

Roberto Birindelli.

Share