Rimanti invita a supportare il commercio di vicinato come testimonianza di solidarietà a Piera, la commerciante vittima di rapina
Sulla vicenda della commerciante aggredita e derubata a Porcari nei giorni scorsi, si è discusso a lungo.
Sull’increscioso fatto interviene anche l’assessore alle attività commerciali, Fabrizia Rimanti.
“Conosco da tempo e ho incontrato personalmente in questi giorni Piera, la commerciante vittima, sabato scorso, di una rapina. A Piera, comprensibilmente segnata dall’aggressione, sono arrivate numerose attestazioni di  vicinanza e solidarietà. La sua drammatica esperienza, come quella capitata a molti concittadini che hanno subito furti, ha suscitato numerose  riflessioni, in particolare, sul tema  della sicurezza” afferma la Rimanti che cerca di trasformare la spiacevole vicenda in una occasione di riflessione più ampia.
L’assessore al commercio riprende: “Credo però che quanto accaduto debba anche richiamare fortemente l’attenzione sull’importanza dei negozi di vicinato. Piera, con la sua attività, rappresenta infatti tutti quei piccoli esercizi con un nome, un volto, la dignità di una professione, il legame con il territorio, il sevizio costante a quanti hanno meno possibilità di spostarsi. Attività che tenacemente, anche a Porcari, continuano a sopravvivere, nonostante la presenza della grande distribuzione. Per questo è necessario sostenere queste significative realtà, riscoprendo la qualità del prodotto, il rapporto diretto con il cliente, la scelta affidabile”.
Quindi, quello che arriva da Porcari è un appello positivo per rilanciare le attività commerciali locali, avamposto territoriale fondamentale per l’intero tessuto sociale.
Così conclude la Rimanti: “E’ un modo per sostenerla concretamente e, al tempo stesso, migliorare la qualità della vita del nostro paese”.

Share