PORCARI – Fibra, ci siamo: partito il servizio FTTC, programmati anche i primi test per la rete superveloce FTTH

Fibra, ci siamo: partito il servizio FTTC, programmati
anche i primi test per la rete superveloce FTTH

Ottobre doveva essere il mese dello start up. E così è stato, esattamente come annunciato nella conferenza stampa che si tenne il Comune lo scorso 9 luglio. Da qualche giorno, la fibra FTTC è attiva e funzionante, almeno in alcune zone. La copertura andrà progressivamente allargandosi a gran parte del paese entro la fine di novembre.

 

Contemporaneamente, procede anche il percorso di attivazione della modernissima rete FTTH, con i primi test in programma a breve. Entro la fine dell’anno, Porcari sarà la prima città di piccole dimensioni ad avere la fibra superveloce che arriva direttamente a casa e che consente velocità di download fino a 1 G/b. Si tratta di una grande novità, con Porcari che diventa progetto pilota a livello nazionale per dotare anche le cosiddette aree bianche dell’Italia della connessione FTTH. Un risultato ottenuto grazie all’accordo sottoscritto alla fine di giugno fra TIM e Infratel, che ha finalmente sciolto il nodo che aveva bloccato per troppo tempo l’attivazione della rete.

 

“Dalle parole ai fatti – commenta il consigliere all’Innovazione Simone Giannini -, oggi è un gran giorno per Porcari perché festeggiamo la partenza ufficiale del servizio, che stimiamo possa andare a regime entro la fine di novembre. È un grande risultato, frutto dell’impegno congiunto di amministrazione comunale, TIM e Infratel. I problemi per sbloccare l’impasse erano enormi, ma con la buona volontà di tutti ci siamo riusciti”.

 

Alcuni abbonati a TIM hanno già avuto la possibilità di sperimentare il servizio. “Tutti gli altri – aggiunge Giannini – potranno fare altrettanto non appena TIM avrà completato la fase di test e rilasciato le autorizzazioni a tutti gli altri operatori che a quel punto potranno avviare la commercializzazione. Come amministrazione seguiremo anche questo passaggio per poter informare tempestivamente i nostri cittadini”.

Share