dati delle polveri sottili (PM10 e PM2,5) in Toscana. 303 superamenti deli limite giornaliero per le PM10. In alcuni casi raggiunti valori anche più che doppi del limite. Situazione analoga anche per le PM2,5 per le quali esiste solo un limite annuale.

Dicembre 2015: un mese da ricordare

05/01/2016

Come è noto, lo scorso mese di dicembre è stato caratterizzato da una vera e propria emergenza smog in molte città italiane, ed anche in Toscana.

Ora che le mutate condizioni meteorologiche, con il ritorno della pioggia e del vento che favoriscono l’abbattimento delle polveri, sembrano assicurare una pausa alle punte di inquinamento atmosferico registrate nelle scorse settimane, riteniamo utile fornire in modo sintetico i dati del mese di dicembre e dei primi giorni del nuovo anno.

Nelle 32 centraline della rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Toscana attive per la misurazione del PM10 nel mese di dicembre si sono registrati 303 superamenti del limite di 50 µg/m3, che hanno interessato 24 centraline, sia quelle di fondo che quelle di traffico. In alcuni casi i superamenti ci sono stati quasi tutti i giorni.

Anche la media mensile delle PM10 ha raggiunto livelli notevoli, superando di gran lunga illimite medio previsto per l’intero anno di 40 µg/m3 in 18 centraline.

Media giornaliera e superamenti PM10

Il numero massimo di 35 superamenti annui del limite giornaliero per le PM10, previsto dalla normativa, è stato superato in 5 stazioni (di cui 4 di fondo), con un netto peggioramento rispetto al 2014, quando solo la stazione di LU-Capannori lo aveva superato, mentre nel 2013 era accaduto in una centralina di fondo e quattro di traffico. [per i dati di dettaglio degli anni precedenti, vedi le medie annue che il numero di superamenti nell’Annuario dei dati ambientali].

Per quanto riguarda il 2016, nei primi giorni dell’anno si sono registrati 14 superamenti del limite giornaliero per le PM10. [ Per il dettaglio vedi la sezione Qualità dell’aria del sito Web]. Nella tabella seguente i dati delle centraline nelle quali si è verificato almeno un superamento.

dati pm10 nel 2016

Quale contributo informativo per le opportune valutazioni da parte degli enti competenti, nel sito Web ARPAT, in aggiunta al conteggio progressivo dei superamenti dell’anno solare in corso, sarà disponibile a breve anche quello relativo agli ultimi 365 giorni.

 

Per quanto riguarda il PM2,5, per il quale non esiste un limite giornaliero, ma solamente un limite annuale di 25 µg/m3, la situazione registrata in dicembre non è affatto migliore, anzi se possibile i dati rilevati sono ancora più significativi.

In dieci centraline la media mensile è stata superiore al limite annuale, ed in quattro di queste per più del doppio. Nel corso del mese si sono registrati in alcune centraline anche valori pari a quattro volte il limite medio annuo.

Ricordiamo che almeno dal 2010 la media annua del PM2,5 registrata in tutte le relative centralineera stata largamente sotto in limite di legge.

media mensile pm2,5

Nei primi due giorni del 2016 i valori rilevati del PM2,5 hanno continuato ad essere piuttosto elevati, per poi ridursi in relazione alle mutate condizioni meteorologiche.

Dati PM2,5 nel 2016

 

 

Share