ago cane

A Porcari da qualche giorno sono stati uccisi diversi gatti con dei bocconi avvelenati. La situazione sta letteralmente degenerando per i possessori anche dei “migliori amici dell’uomo”. Ieri, infatti, in un parco pubblico è stato avvelenato un cane, con un metodo ancora più vile e atroce. Il povero animale che si trovava lì con il suo proprietario ha ingerito una polpetta di carne, che all’interno conteneva degli aghi.

Fortunatamente è stato salvato dal tempestivo aiuto di un veterinario della zona che è  riuscito ad estrarre l’ago dallo stomaco del povero animale salvandolo da una morte dalla sofferenza inaudita. I proprietari dei gatti e dei cani, si dicono anche stupefatti dalle reazioni istituzionali. Infatti, in questi specifici casi non sono state messe in pratica le azioni di bonifica, ne è intervenuto il nucleo cinofilo antiveleno. Sistemi che, solitamente, vengono attivati per contrastare il fenomeno. Nella comunità c’è  anche forte allarme, perché non è stata ancora avviata una indagine vera e propria sulla questione.

Sul caso è intervenuto Marco Santi Guerrieri,  di Fratelli d’Italia, che ieri si è detto indignato non solo per il caso avvenuto, ma anche per il “disinteresse” dimostrato dalle istituzioni; e  ha sottolineato come in queste circostanze vadano individuate subito le responsabilità.

Share