piloti di Ryanair annunciano lo sciopero di 48 ore dal 22 agosto. Previsti gravi disagi per migliaia di passeggeri al culmine dei viaggi estivi. La decisione annunciata mercoledì sera vedrà i voli bloccati giovedì 22 e venerdì 23

 

Il modello RyanAir scricchiola sempre di più. Il sindacato dei piloti FORSA, ha proclamato lo sciopero del personale Ryanair di 48 ore per giovedì 22 e venerdì 23 agosto. La data è stata comunicata ieri, mercoledì sera.   questa volta preannunciando alla compagnia aerea “ulteriori giorni di sciopero a tempo debito””. Una situazione che causerà disagi al culmine della stagione estiva per chi viaggia con Ryanair.

 

 

 

L’azione è stata decisa, dopo “decenni di rifiuti dell’azienda di firmare accordi sindacali”, sulla base di varie contestazioni sul calcolo delle pensioni, sulla garanzie assicurative, sui benefici legati alla maternità o alla paternità, su rimborsi e struttura dei salari. Alla fine di agosto nel Regno Unito è in programma anche uno sciopero dei piloti della British Airways,  aderenti a un’organizzazione sindacale autonoma, che in una vertenza separata hanno rifiutato il mese scorso l’offerta di un aumento di stipendio dell’11,5% spalmata su 3 anni messa sul piatto dalla compagnia di bandiera dopo il ritorno agli utili e il recente boom di profitti.. Conseguente negative saranno registrate così in buona parte delle basi in 21 Stati. Lo sciopero di 48 ore dei piloto Ryanair giovedì 22 e venerdì 23 agosto è dunque europeo. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” una vera e propria dichiarazione di guerra Pertanto consigliamo ai passeggeri di controllare sui siti ufficiali degli aeroporti lo stato del volo per restare indenni.

Lecce, 15 agosto 2019                                                                                                                                                                                            

Giovanni D’AGATA

Share