L’11 gennaio scorso sono ripresi, dopo la pausa Natalizia, gli incontri pubblici nelle frazioni del Comune di Pietrasanta organizzati da Partito Democratico, Insieme per Pietrasanta e Progetto Pietrasanta 2023.

L’incontro, avvenuto nella sala riunioni del CRO di Valdicastello che ringraziamo per l’ospitalità, ha visto la presenza di numerosi e attenti cittadini che hanno partecipato alla discussione con precisione, dovizia di argomenti spirito costruttivo.

Per noi che non abbiamo mai smesso di frequentare il territorio e che abbiamo già tenuto numerose altre riunioni in altri quartieri e frazioni del Comune non è stata una novità la notizia che a Valdicastello si sentano abbandonati e anche presi in giro dall’Amministrazione Comunale.

Il “Signor faremo”, come è stato definito con piccante ed efficace allocuzione il Sindaco di Pietrasanta non ha ancora affrontato nessuno dei problemi principali della frazione che ha dato i natali a Giosuè Carducci: parcheggi, viabilità, campo sportivo, poste, bancomat, telefonia mobile, telefonia fissa, sito e immobile ex Edem, torrente Baccatoio…

Niente fatto, niente impostato, niente risolto: “la frazione si sente abbandonata”, “non ci sono punti di aggregazione”, “Casa Carducci non è valorizzata”, “la politica è lontana dalle esigenze della frazione”, “il Sindaco Mallegni si è impegnato per due anni solo per la sua carriera”, “il Sindaco Giovannetti promette ma non fa niente”, “il paese sta muorendo”, “nessuno pensa a bonificare, a liberarci dai veleni”.

Questo in sintesi il resoconto di una mattinata che ha rimarcato lo scontento di una comunità che negli ultimi anni ha subito grandi disagi e che si sente presa in giro e sfruttata solo a fini elettorali.

Per quanto ci riguarda abbiamo preso impegno a continuare la nostra attività dall’opposizione cercando di occuparci dei problemi reali della popolazione, sia di quelli più piccoli come può essere il rifacimento della segnaletica stradale e la revisione delle ordinananze di alcuni stalli di parcheggio o il ripristino della funzionalità del campo di calcio, promessa dal Sindaco per l’estate scorsa e, naturalmente, mai realizzata, sia di quelli più grandi come la bonifica e il recupero a nuova e sociale funzionalità dell’ex Edem, la caratterizzazione delle acque del baccatoio, le indagini epidemiologiche sul tallio, la valorizzazione dell’associazionismo e la promozione culturale e turistica della frazione.

Come abbiamo detto a Valdicastello non tutti gli amministratori pubblici sono così scadenti come quelli attuali che sono toccati in sorte al Comune di Pietrasanta: ce ne possono essere altri migliori, più preparati, con maggior voglia di lavorare, con più alto senso civico, con maggiore amore per la propria comunità e il proprio territorio.

Guardiamo con ottimismo al futuro.

Pietrasanta, 15 gennaio 2020

 

Share