Pietrasanta: Bartoli, a porta ufficio sociale c’è fila per un posto di lavoro. Con progetto reinserimento lavorativo e Recruiting Days diamo risposte occupazione

 

“Con il progetto per il reinserimento lavorativo che partirà ad aprile dando la possibilità a 20 pietrasantini di rimettersi in gioco e la tre giorni del lavoro nel Chiostro la nostra amministrazione ha mantenuto uno degli impegni principali: creare opportunità per le fasce più fragili della nostra comunità, per i tanti giovani e purtroppo per chi il lavoro lo ha perso all’età di 50 anni”: è il commento del vice sindaco ed assessore al sociale, Elisa Bartoli in occasione del Recruiting Days in corso nel Chiostro di S. Agostino che è riuscito a legare insieme imprese, disoccupati, agenzie interinali, studenti e sociale. “All’ufficio sociale, ogni giorno, c’è la fila per un posto di lavoro. La nostra amministrazione si è concentrata, in questi primi mesi, a costruire un percorso per tutti quei soggetti che vivono una situazione di difficoltà economica e sociale. Le nostre risposte sono passate attraverso il progetto cantiere, una evoluzione delle ex borse, lavoro ancorando i lavori socialmente utili alla formazione perché per noi il welfare municipale non deve essere per tutta la vita ma per un periodo di difficoltà e attraverso la tre giorni del cerca lavoro portata avanti dalle attività produttive insieme all’InformaGiovani e Versilia Format. Come sociale abbiamo indirizzato diversi soggetti verso il recruiting che rappresenta, anche in prospettiva, uno strumento che la nostra amministrazione deve usare per dare risposte a chi cerca un lavoro e alle imprese alla ricerca di personale”.

Share