Piazze vuote e locali chiusi: il San Silvestro spento della Versilia

VERSILIA – Ci si è messa anche la pioggia a spegnere ancora di più la notte di San Silvestro in Versilia, già orfana di tutte le feste in piazza e dei tradizionali veglioni nei locali. Allo scoccare della mezzanotte un’insolita foschia e delle timide precipitazioni hanno reso ancora più anomala la notte dell’ultimo dell’anno.

Strade semideserte, illuminate solo dai tanti fuochi d’artificio e dagli immancabili petardi scoppiati fuori dalle abitazioni per dare il benvenuto al 2022. Nonostante la cancellazione del concerto di fine anno, piazza Mazzini e il Belvedere delle Maschere a Viareggio hanno comunque accolto un po’ di persone, anche provenienti da fuori Versilia, che si sono ritrovati per stappare lo spumante e brindare in compagnia.

Desolante il lungomare. Deserta la piazza di Forte dei Marmi dove fino all’ultimo il Comune ha sperato di poter organizzare una festa. Chiusi molti ristoranti, tra disdette e quarantene, e tutti i locali cult che da sempre ospitano i veglioni di San Silvestro più luccicanti. La Bussola di Focette – che ha cancellato la serata pochi giorni fa – e la mitica Capannina di Franceschi che invece già prima aveva annullato la serata con Jerry Calà. Per il secondo anno di fila una Versilia con le luci spente. E con sempre più bisogno di sperare che l’anno che è appena iniziato sia migliore di quello passato.

fontenoitv

Share