lucca – Piano Freddo 2021/22: si aprono tre dormitori straordinari. Attivi anche uno spazio servizi diurno, uno per le colazioni e l’unità di strada

L’iniziativa, giunta alla sua quarta edizione, è stata presentata stamani (14 dicembre) al Centro Carlo Del Prete. L’assessora Giglioli: “un piano capace di agire a tutto tondo e quotidianamente, per accompagnare le persone più fragili con professionalità, umanità e concretezza nel periodo più difficile dell’anno”.

Scatta per il quarto anno consecutivo a Lucca il Piano freddo, per fornire un supporto caldo e sicuro alle persone senza fissa dimora in corrispondenza dell’abbassamento delle temperature. Ideato dall’amministrazione comunale insieme al Tavolo delle marginalità, è attivo dall’inverno del 2018/19 e ha consentito, anche durante il lungo periodo dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, di fornire un aiuto a decine di persone in estrema difficoltà.

Il Piano freddo 2021/2022 è stato presentato questa mattina (14 dicembre) al Centro Carlo Del Prete dall’assessora alle politiche sociali Valeria Giglioli, insieme al consigliere Pilade Ciardetti, presidente della commissione delle politiche sociali e ai rappresentanti delle associazioni.

Quest’anno il Piano scatterà a partire da domani, 15 dicembre, e andrà avanti per tre mesi, fino al 15 marzo. Saranno attivati tre dormitori straordinari: uno, per uomini, presso il Pellegrinario di San Savino- parrocchia dei Santi Pietro e Leonardo, sarà gestito in collaborazione con la Misericordia di Lucca, con orario di accesso dalle 19.30 alle 20.30; uno, per donne, alla Croce Verde di Lucca, in viale Castracani con accesso su prenotazione all’800.662.999 e un terzo, novità di questa edizione del Piano, dedicato in modo specifico ai nuclei familiari all’Asp Carlo del Prete, in viale Carlo Del Prete, con accesso dalle 19.30 alle 20.30. Rientrano nel circuito di sostegno alle persone senza dimora lo spazio servizi diurno, in via Brunero Paoli: gestito dalla Caritas e dalla Casa della Carità, lo spazio offre servizi lavanderia e doccia su appuntamento al 3341510739. L’orario di apertura è dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 11.30 e dalle 13 alle 16. Tutti i giorni, dalle 7.00 alle 8.30 nella chiesa di San Paolino, è invece attivo un servizio colazioni, in collaborazione con la comunità parrocchiale del centro storico. Nell’ambito del Piano freddo saranno distribuiti i kit con i beni di prima necessità, mentre sarà potenziata l’unità di strada a cura della Croce Rossa Italiana sezione di Lucca e della Comunità di Sant’Egidio, con uscite periodiche per distribuire cibo e coperte, fornire un supporto, intervenire quando c’è necessità e garantire una presenza professionale e umana a chi ha più bisogno. Un numero verde unico, 800.662.999, attivo 24 ore su 24, per segnalazioni o informazioni, sarà gestito dalla Croce Verde di Lucca.

“Un impegno grande ogni anno – ha dichiarato l’assessora alle politiche sociali Valeria Giglioli – che l’amministrazione porta avanti assieme alle associazioni di volontariato e alla Protezione Civile per dare un supporto concreto e continuativo a chi vive per strada, con interventi specifici e puntuali. Attraverso questo Piano, che ormai è una realtà consolidata della città di Lucca, siamo usciti dalla logica dell’emergenza per strutturare un programma capace di agire a tutto tondo e quotidianamente, in modo da accompagnare le persone più fragili con professionalità, umanità e concretezza nel periodo più difficile dell’anno. Quella che si è andata strutturando attorno al Piano freddo è infatti una rete fatta di volontari e di professionisti che rappresenta una grande ricchezza, da valorizzare ulteriormente anche per il futuro. La nostra collaborazione con il Tavolo delle marginalità e più in generale con le realtà del terzo settore consente di cogliere tre obiettivi cruciali: l’ampliamento del raggio d’intervento nei confronti di chi ha maggiormente bisogno, la capacità di fare innovazione e il coinvolgimento della comunità, che si mobilita per non lasciare indietro nessuno”.

Per le festività si segnalano infine due appuntamenti tradizionali, promossi dalle associazioni per stare insieme: la cena della vigilia Natale il 24 dicembre nella chiesa della Misericordia di piazza San Salvatore in collaborazione con la Misericordia e la Caritas e con servizio gratuito di tamponi rapidi per chi partecipa alla cena; il pranzo di Natale nel salone dell’arcivescovato a cura della Comunità di Sant’Egidio con accesso su prenotazione entro il 20 dicembre al 334 2829034. La Croce Verde sta intanto organizzando un pranzo per l’Epifania.

 

Share