PHOTOLUX SEMPRE PIÙ INTERNAZIONALE DAGLI STATI UNITI ALLA NUOVA ZELANDA

LUCCA, 17 marzo 2018 – Il 2018 comincia alla grande per Photolux, la biennale internazionale di fotografia diretta da Enrico Stefanelli. Il festival, che con l’edizione 2017 ha segnato un decisivo cambio di passo, ha imparato con gli anni a farsi conoscere, e riconoscere, a livello internazionale, costruendosi, mostra dopo mostra, la reputazione di punto di riferimento italiano ed europeo per quella che potremmo considerare a tutti gli effetti l’ottava arte. Si comincia il 20 marzo da Houston, con il FotoFest 2018, una delle biennali di fotografia più importanti degli Stati Uniti: Enrico Stefanelli, infatti, è stato chiamato per svolgere alcune letture portfolio insieme ad altri grandi nomi della fotografia internazionale.

«Si tratta di uno degli appuntamenti più prestigiosi a livello internazionale – commenta Stefanelli – Per noi è un grande onore essere chiamati a partecipare. Photolux è cresciuto, si è affermato e si sta ritagliando il suo posto nel mondo. Abbiamo lavorato bene, con attenzione e serietà, e adesso stiamo raccogliendo i frutti dei nostri sforzi. Presto, infatti, riveleremo un’altra importante novità che riguarda Les Rencontres d’Arles, ovvero l’equivalente degli Oscar per la fotografia».

Dagli USA alla Nuova Zelanda: il 2 giugno Photolux sarà all’Auckland Festival of Photography, dove Enrico Stefanelli parlerà dell’esperienza del PhotoBoox Award, il premio dedicato al libro fotografico che nelle scorse edizioni ha incoronato come vincitori Yoshikatsu Fujii nel 2015 e Mayumi Suzuki nel 2017. Nel 2019, la terza edizione del premio, vedrà rinnovata la collaborazione con la casa editrice ceiba editions, EyesOpen! magazinee Grafiche dell’artiere e sceglierà, tra i dummies candidati, il progetto che sarà pubblicato e presentato nel corso della prossima edizione del Festival.

Per il momento le trasferte di Photolux si chiudono ad agosto, con il Festival de la Luz, a Buenos Aires. Qui, Stefanelli sarà a disposizione per le letture portfolio: un’occasione, per i fotografi, di far conoscere la propria opera e ottenere suggerimenti, indicazioni e pareri.

Intanto, a Lucca, i primi passi per l’edizione 2018 di Photolux si sono già mossi: una versione condensata, nell’attesa della grande biennale del 2019, che, come sempre, non mancherà di stupire e affascinare il pubblico. Confermata anche per quest’anno (17 novembre – 9 dicembre), infatti, la presenza del World Press Photo con il suo viaggio all’interno del fotogiornalismo e dell’attualità mondiale.

Share