Pescia, novità per la distribuzione delle mascherine.

 
Dispositivi solo per i residenti e divisi per zone a partire da lunedì 23   
Cambiano i criteri di distribuzione delle mascherine a Pescia. Per evitare al massimo le file e, anche se sporadici, qualche assembramento, l’amministrazione comunale ha varato una serie di nuovi criteri.

Da lunedì 23 novembre le mascherine saranno consegnate ai soli residenti di Pescia e ognuno dovrà recarsi nel punto di distribuzione più vicino alla sua residenza.
Per fare questo, ogni punto di consegna avrà l’elenco dei residenti che vi fanno capo e non potrà distribuire mascherine a chi non si trova in quell’elenco. In pratica il metodo non cambia per gli abitanti della montagna, che dovranno comunque riferirsi, come è successo finora, alle pro loco e alle altre associazioni del territorio.
Gli abitanti di Pescia, Collecchio, Monte a Pescia, San Lorenzo Santa Margherita potranno ritirare le proprie  mascherine in piazza Mazzini, numero 17 oppure alla tenda della protezione civile, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.
Al Mefit, sempre dalle 9 alle 12 dal lunedì al venerdì, potranno riferirsi i residenti a Castellare, Alberghi, Chiodo, Molinaccio e Veneri. Per gli abitanti di Collodi il punto di informazione turistica trasformato temporaneamente in Urp il martedì dalle 9,30 alle 12,30 e il giovedì dalle 14,30 alle 17,30. Per gli abitanti di Aramo
Castelvecchio, Fibbialla, Medicina, Pietrabuona, Pontito, San Quirico, Sorana, Stiappa e Vellano, come abbiamo già detto, resta tutto come prima.
“Il provvedimento si rende necessario, in questa fase di emergenza e considerato che siamo in zona rossa- dice il sindaco di Pescia Oreste Giurlani- per un migliore distanziamento e una fluidità nella consegna dei dispositivi. Chiediamo ai cittadini la giusta collaborazione in un momento molto difficile”.

Share