Pescia Cambia “Per la battaglia del mantenimento dei servizi dell’ospedale siamo disposti a confrontarci con chiunque”
 
Nella conferenza dei sindaci di venerdì 13 maggio, il direttore generale dell’Asl ha comunicato la chiusura dal 1° giugno del punto nascite dell’ospedale di Pescia, unita alla chiusura della chirurgia.
Non una comunicazione ma una decisione irrevocabile, per cui come Pescia Cambia abbiamo iniziato una serie di iniziative di comunicazione e di mobilitazione per fermare una decisione inaccettabile, oltre che sbagliata.
Di conseguenza  abbiamo presentato una mozione in consiglio comunale  affinche’ il massimo organo istituzionale cittadino potesse esprimersi su una questione cosi rilevante per la città e l’intera Valdinievole. Mozione sulla quale abbiamo dato fin da subito la disponibilita’ a trasformarla in ordine del giorno per poterla discutere subito nel consiglio di giovedi 19, vista l’urgenza della questione.
Contemporaneamente abbiamo iniziato una raccolta di firmę per mobilitare l’intera opinione pubblica.
Riteniamo necessario che sindaci, consiglieri regionali, deputati e senatori del territorio, forze politiche si esprimano con decisione e chiarezza su una questione che riguarda direttamente il diritto alla salute delle persone.
In questa ottica il nostro gruppo dichiara la propria disponibilita’ ad aprire le proprie iniziative e sede a tutti quelli che intendano partecipare a questa battaglia e a questa mobilitazione: l’unita’ di tutti, indipendentemente dalla provenienza politica, riteniamo sia una condizione essenziale per poter condurre con successo una iniziativa vitale per la nostra citta’ e l’intero territorio valdinievolino.

Share