Pescia Cambia  fa il punto del lavoro fatto “Completeremo il programma nell’ultima parte del mandato con il sindaco Giurlani e la giunta municipale”
Generalmente una amministrazione fa il bilancio di metà mandato, noi lo scorso anno non lo abbiamo fatto vista la sospensione del Sindaco. Lo facciamo ora, con una conferenza stampa,  poichè il commissariamento della giunta rappresenta una sospensione del nostro lavoro e della realizzazione del programma.
E qui niente meglio dei numeri può rappresentare il lavoro svolto : oltre 16 milioni di lavori fatti, in un ventaglio di interventi che ha spaziato dal vecchio e nuovo mercato alla messa in sicurezza delle scuole, dalla difesa del suolo all’efficientamento energetico, dallo sport alle strade e cimiteri, di cui 12 milioni circa fatti o in corso e 4 milioni da appaltare quest’anno. Milioni cui vanno sommati gli interventi sotto i 100.000 euro per circa 1.200.000 euro con interventi anche significativi come piscina, ex mercato, torre di Sant’Allucio.
Una mole importantissima di lavori che hanno determinato la soluzione o il miglioramento di tante situazioni e hanno creato anche o favorito l’occupazione. Senza dimenticare il lavoro enorme che su stimolo del sindaco Giurlani e’ stato fatto per essere accanto e aiutare e sostenere la nostra comunità nel periodo più duro e difficile della pandemia, per chi ha occhi per vedere un lavoro immane.
In questi mesi che ci separano dal rientro a luglio del sindaco Giurlani e dalla ripartenza della giunta lasciamo ancora una progettualità, che siamo sicuri che I nostri uffici sapranno gestire, di svariati milioni di euro che se finanziati saranno un ulteriore possibilità di crescita e riqualificazione della citta’.
Vogliamo ricordare che abbiamo affrontato con grande capacita’ e determinazione il periodo piu’ crudo della pandemia con interventi e servizi che hanno spaziato su tutti i livelli della popolazione, anziani, bambini, adulti, dalle mascherine al sostegno psicologico. Sono stati erogati sotto diverse forme, contributo affitti, sostegno alle famiglie bisognose, centri estivi e via dicendo,  quasi 600.000 euro.
Abbiamo gestito in maniera esemplare l’ emergenza relativa alla pandemia istituendo fin da subito il C. O. C. (primo comune in Valdinievole).
Abbiamo distribuito quasi due milioni di mascherine anche a domicilio e erogato buoni spesa dall’ inizio dell’ emergenza a oggi per un valore totale di Euro 340000 dove il contributo del nostro ente è stato di circa euro 40000.
Riguardo alle utenze domesticche da marzo 2020 ad oggi abbiamo erogato contributi a sostegno delle famiglie bisognose   per un totale di euro 86000, di questi il contributo del nostro ente è stato di euro 50000.
Anche sul problema abitativo siamo intervenuti dall’ inizio dell’ emergenza a oggi con la cifra complessiva di euro 129000 oltre al contributo affitto regionale non destinato specificamente all’ emergenza COVID.
Da sottolineare la cura all’ ascolto e all’ accoglienza di chi si è trovato in difficoltà anche  improvvisamente, con l’ istituzione dello sportello “Non vi lasciamo soli”, dove ad un numero di telefono dedicato, i cittadini potevano e possono tutt’ ora chiamare. In questo contesto di attenzione e di aiuto alla popolazione è arrivato al termine del proprio percorso anche il progetto dell’ Emporio della Solidarietà. Sempre nel sostegno alle fasce deboli si inquadra il progetto “Pasti a domicilio”. Tale progetto prevedeva la consegna a domicilio del pranzo e della cena prevalentemente a 35  anziani soli residenti sul territorio pesciatino. Nel settore infanzia abbiamo  sostenuto le famiglie con un importante investimento economico misto stato-ente attraverso l’ istituzione dei centri estivi comunali per il recupero della povertà educativa, ai quali hanno partecipato circa 400 bambini all’ anno in età dai 3 ai 14 anni. Un importante sostegno al mondo dell’ infanzia durante la pandemia è stato il nostro asilo nido comunale che è ripartito con l’ attività estiva già a partire dall’ estate 2020 nell’ osservanza delle regole stringentissime del primo periodo pandemico.

Siamo certi che il nostro gruppo consiliare di Pescia cambia saprà presidiare e stimolare l’ente per il proseguimento del lavoro. Come siamo certi che insieme al Commissario sapranno affrontare le questioni più rilevanti tutt’ora aperte: bilancio, corte dei conti, Mefit.  Un impegno importante in attesa che il sindaco Giurlani e la giunta potranno riprendere con la solita efficacia il lavoro per la città e la sua comunità.

Share