Pescia ancora protagonista dell’educazione ambientale di Alia  Incontro fra amministrazione comunale e dirigenti scolastici 

 

Dopo l’ottimo successo della campagna di educazione ambientale del passato anno scolastico, continua il lavoro congiunto delle scuole pesciatine con l’amministrazione comunale e Alia, azienda multiservizi che si occupa della raccolta differenziata sul territorio.

 

A questo riguardo si è tenuta, nei giorni scorsi, una riunione nella sala consigliare del comune di Pescia alla presenza del sindaco Oreste Giurlani, del vicesindaco Guja Guidi, di tecnici di Alia e di quasi tutti i dirigenti scolastici di tutte le scuole del territorio comunale.

 

Sono state illustrati i nuovi progetti di educazione ambientale di Alia ( https://www.aliaserviziambientali.it/comunicazione/educazione-ambientale-2/ )    per i quali le varie scuole dovranno poi comunicare la propria adesione. Anche Giurlani ha illustrato la sua idea di anticipare nelle scuole interessate la raccolta differenziata spinta che interesserà nel 2020 il territorio comunale di Pescia, come stabilito in ambito di Toscana centrale.

 

I dirigenti scolastici hanno dimostrato molto interesse e quindi si profila una adesione molto elevata e la sperimentazione  a Pescia di progetti innovativi sull’ambiente, così come è avvenuto nell’anno scolastico 2018-2019.

 

“Un incontro molto importante – hanno sottolineato Oreste Giurlani e Guja Guidi- perché ha confermato la grande attenzione del mondo della scuola per queste tematiche, a partire dagli studenti per arrivare fino ai vertici dirigenziali. Da parte nostra abbiamo sempre creduto che la crescita della coscienza ambientale di un territorio passi attraverso un coinvolgimento dei ragazzi, sia perché sono i cittadini responsabili del futuro, ma anche perché possono sensibilizzare il rispettivo nucleo familiare su questo importantissimo argomento”.

 

L’azienda multiservizi ha ricordato che sono stati oltre 10.000 gli alunni e gli studenti incontrati da Alia Servizi Ambientali SpA nel corso dell’anno scolastico appena concluso. 400 le classi  delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie coinvolte in progetti di vario genere, con l’obiettivo di stimolare e diffondere i temi della sostenibilità ambientale partendo dalle piccole azioni  di ogni giorno. Cinque i progetti proposti, diversificati nel linguaggio e nelle azioni in base all’età degli alunni: dalla separazione dei rifiuti prodotti in casa con attività di gioco nelle classi dei più piccoli al Virtual Waste Tour,  che ha permesso ai più grandi il viaggio virtuale negli impianti di selezione e riciclaggio.

 

“Interessante – hanno detto i tecnici di Alia-  anche il progetto, realizzato insieme all’amministrazione comunale e SmemoLab,  che ha fatto di Pescia il comune pilota, realizzando un percorso dedicato all’economia circolare partendo da un innovativo modello di lezioni di educazione ambientale. Il progetto si è concluso con un contest tra le scuole secondarie di I° grado partecipanti, che hanno realizzato video tutorial  per diffondere comportamenti virtuosi che hanno contagiato positivamente famiglie e conoscenti”.

Share