Permessi Ztl in scadenza al 31 dicembre: cambia il calendario per il rinnovo

 

Permessi Ztl in scadenza al 31 dicembre: cambia il calendario per il rinnovo. Per dare piena attuazione al progetto Life Aspire, che introdurrà una gestione e un controllo del tutto nuovi per quanto riguarda il trasporto merci in centro storico, e in attesa di adottare il nuovo Piano di dettaglio per la mobilità e la sosta all’interno delle Mura urbane, la giunta comunale ha deliberato che i permessi, per l’anno 2020, verranno rinnovati secondo queste tempistiche: dal 1 gennaio al 29 febbraio rinnovo permessi per le categorie EC, ED, EG, EI, EL, EM, ET, EV, M, U; dal 1 marzo al 30 aprile rinnovo permessi per le categorie DA, DM; dal 1 marzo al 30 giugno rinnovo permessi per R, O, A5, N, I, H, A2, A3; dal 1 settembre rinnovo permesso per la categoria T. In attesa di rinnovarlo, le persone potranno continuare ad accedere alla Ztl con il permesso che è già in loro possesso.

“La modifica nel calendario – spiega l’assessore Celestino Marchini – è pensata per evitare di far venire due volte i cittadini a rinnovare i permessi e per non ingolfare il lavoro degli uffici della Metro, alle prese con i vari cambiamenti in atto per quanto riguarda la mobilità in centro storico. Abbiamo infatti avviato la fase sperimentale del progetto Life Aspire, rivolto agli operatori del trasporto merci per introdurre un sistema di attribuzione di eco points, stabilito in funzione alle tipologie dei veicoli utilizzati e al comportamento tenuto dai differenti operatori, con l’obiettivo di premiare coloro che mettono in campo le azioni più sostenibili. A partire da gennaio Metro distribuirà il tag Rfid, che dovrà essere apposto sul cruscotto anteriore del veicolo, necessario a rilevare il mezzo al passaggio dai varchi. Contemporaneamente è in corso di definizione e di approvazione il piano attuativo della mobilità e della sosta del centro storico, che prevede, tra le altre cose, la riorganizzazione dell’attuale sistema dei permessi e le relative regole per l’accesso, la circolazione e la sosta al fine di razionalizzare e rendere più efficiente il sistema degli accessi, la riduzione del transito dei veicoli e del carico veicolare inquinante, con una particolare attenzione al sistema distributivo delle merci attuando le scelte del progetto Life Aspire”.

Share