Per realizzare la “Casa del dopo di noi” si prevede un intervento di adeguamento del costo complessivo di circa 2,5 milioni di euro.
La Fondazione ha istituito un nuovo intervento diretto, con uno stanziamento complessivo di 2 milioni, ai quali si sommano 500mila euro messi a disposizione dalla Congregazione Ministre Degli Infermi di S. Camillo che collaboreranno attivamente anche nella gestione delle comunità.
Nel dettaglio, l’intervento riguarderà sia gli esterni dell’edificio, riportando quindi all’antico splendore l’intero isolato, sia gli interni, che saranno adeguatamente divisi per permettere agli ospiti della struttura di abitarvi comodamente.
Nei tre piani della “Casa” troveranno spazio 3 camere doppie e 2 singole corredati da due servizi igienici, soggiorno e mensa al piano primo e al piano secondo. Il piano terzo ospiterà il terzo nucleo composto da 4 ospiti che verrà utilizzato in caso di emergenza.
Qui il link alla newsletter monografica: https://bit.ly/3ueZEZC

Share