Per il Basketball Club Lucca, l’asticella si alza ancora. La prossima partita si preannuncia come una delle più difficili, se non addirittura la più difficile.

 

 

 

 

Nella settima di campionato, sarà in trasferta e dovrà confrontarsi con i dragoni di Prato che, attualmente sono a quota 10 punti in vetta alla classifica.

 

 

Questa settimana la preparazione della partita con Prato, è passata per forza di cose attraverso l’analisi della prestazione che la truppa di Nalin ha sfoderato nella partita con Agliana.

 

Un match che ha richiesto al coach di dare maggiore fiducia ai suoi ragazzi i quali hanno saputo ricompensarlo, servendogli una splendida vittoria.

 

“Devo ringraziare” afferma il coach “il mio assistente Giuntoli per aver insistito affinché tenessi in campo Burgalassi, malgrado, fino a metà del terzo quarto la sua prestazione fosse opaca “ Nalin prosegue con i ringraziamenti “Devo dire proprio grazie anche a Burgalassi che una volta trovata la via del canestro ci ha trascinati al sorpasso“

 

Sempre in previsione della partita con Prato, Nalin tesse le lodi degli altri ragazzi “Simonetti è stato autore di una partita enorme, come Piercecchi, poi Landucci e Cattani; tutti i ragazzi hanno dimostrato una forte consapevolezza e sono da considerarsi come facenti parte del roster e come tali dovranno comportarsi”

 

L’intenzione di Nalin, proprio alla luce dell’ultima partita e della maturità dimostrata dai giovanissimi è quella di dare loro ancora più fiducia e di continuare anche per Prato su questa linea.

 

La Sibe Prato è reduce dalla prima sconfitta di campionato, dopo un filotto di 5 vittorie consecutive. Attualmente è la squadra che ha subito meno canestri in assoluto, fattore che deve essere stato determinate per vincere le partite, in quanto, benché abbia ottimi giocatori con medie importanti, la sua posizione nella classifica dei maggior punti realizzati, la vede, dopo sei

partite, al decimo posto, con solo 13 punti in più del Bcl

 

“La Sibe Prato, ha un allenatore bravissimo” prosegue Nalin “e giocatori autonomi, in grado di leggere la partita: Danesi, giocatore di riferimento, che conosciamo tutti, anche come ex Lucca, nelle ultime partite ha segnato pochissimo, ma ugualmente sono riusciti a vincere. L’hanno fatto grazie a Staino, Manni, Salvadori, Manfredini, Mascagni, tutti veri talenti. L’Altopascio, vincente in casa con Prato è riuscito a spuntarla, sfruttando la propria fisicità, noi non abbiamo giocatori simili, ma abbiamo qualcosa in più in alcune parti. A Prato dovremo fare la partita perfetta, tutti sono chiamati a dare il massimo e a qualcuno verrà chiesto di inventarsi qualcosa in più. Sicuramente andremo per giocarsela e abbiamo solide ragioni e motivazioni per pensare di poterla spuntare, certo dobbiamo fare meglio in difesa, di quanto fatto con Agliana. Si dovrà mettere molta intensità e andrà fatto per l’intera partita, come e di più di quanto i ragazzi l’hanno fatto nell’ultimo quarto della scorsa partita. Abbiamo dalla nostra una buone dose di fiducia, aver dato 102 punti ad una squadra come Agliana, senza Barsanti, Del Debbio, Russo e un Tempestini alla sua prima partita giocata sotto tono, significa avere dei valori, nei nostri giovani ed anche nelle riserve.”

 

Con queste premesse il Bcl scenderà in campo domenica 13 Novembre alle 18:00 nella palestra Toscanini di Prato, arbitreranno l’incontro Panelli di Montecatini e Barbanti di Livorno

 

Share