Del Chiaro: “Per i lavoratori della rsa Santa Maria il Comune paga interamente il corso di formazione da 1400 euro per addetto assistente di base, ma solo in sette hanno risposto”

Sono negativamente sorpresa dalle dichiarazioni fuorvianti rilasciate alla stampa da Giovanni Bernicchi di Fisascat – Cisl. Il Comune di Lucca non ha ritrattato nulla di quanto scaturito dall’accordo firmato con i sindacati nel giugno 2018

per il riassorbimento dei dipendenti della residenza sanitaria assistenziale Villa Santa Maria, anzi, vi ha incluso anche quelli del cosiddetto ‘vecchio bacino’ e si è fatto carico dell’intero costo dei corsi di addetto assistente di base offerti a chi è nella necessità di avere una qualifica per facilitare il riassorbimento nelle cooperative che lavorano in questo settore. Il Comune, tramite i sindacati, ha infatti contattato i lavoratori per ricevere le adesioni ai corsi di formazione.

È stato poi organizzato un incontro con l’amministrazione per spiegare le modalità di iscrizione. Trattandosi di corsi di 900 ore del costo di circa 1400 euro a persona, a carico dei soldi dei contribuenti, abbiamo chiesto agli interessati l’impegno a portare a compimento l’itinerario formativo stabilendo che in caso di abbandono (non dovuto a cause di forza maggiore) il costo del corso sarà a carico del lavoratore; questo per non sperperare inutilmente soldi pubblici. Purtroppo al primo corso disponibile hanno aderito solo sette lavoratori: colgo quindi l’occasione per rinnovare l’invito a chi può aderire all’iniziativa, a cogliere questa importante opportunità.

Share