Pedibus: l’assessora Vietina e il presidente del consiglio comunale Battistini invitano le famiglie a partecipare alla mobilità alternativa

Il servizio, introdotto otto anni fa dall’amministrazione Tambellini, consente agli alunni della scuola Pascoli di andare e tornare da scuola a piedi in sicurezza.

Il Pedibus compie otto anni, prosegue il servizio realizzato dall’assessorato alle politiche formative in collaborazione con l’Associazione Auser che prevede l’organizzazione di gruppi di bambini e bambine su percorsi pedonali e sicuri per raggiungere la scuola elementare Pascoli di piazza Santa Maria Bianca partendo da tre punti di ritrovo: Porta Santa Maria, Porta Elisa, Porta Sant’Anna: in questi luoghi mamme e papà affidano i bambini ai responsabili dell’associazione per raggiungere a piedi la scuola. All’uscita di scuola il Pedibus compie il percorso inverso. Un modo per vivere il centro storico all’aperto, più ecologico e con minor traffico automobilistico intorno alle scuole.

L’assessora con delega alle politiche formative Ilaria Vietina e il presidente del consiglio comunale Francesco Battistini questa mattina hanno accompagnato per un tratto il Pedibus che parte da Porta Santa Maria assieme alle volontarie dell’Associazione Auser.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Questo progetto pone al centro la mobilità urbana alternativa, il rapporto tra le generazioni, riduce il traffico e l’inquinamento, aumenta le relazioni tra i bambini e le bambine e tra le famiglie e le volontarie: in poche parole aiuta a costruire relazioni, socialità e solidarietà nella nostra comunità – afferma l’assessora Vietina – Il mio assessorato ha messo a disposizione ogni anno le risorse per sostenere questo servizio  in cui crediamo molto ma dobbiamo ringraziare prima di tutti i volontari dell’associazione Auser e la coordinatrice del progetto Raffaella Mei che, con dedizione e passione, ogni giorno si dedicano a questa attività”.

“Siamo particolarmente orgogliosi di questo progetto che per primi abbiamo realizzato sul nostro territorio e che si è poi diffuso in tante altre realtà. L’impegno per un ambiente migliore, con meno inquinamento e meno traffico passa da queste piccole grandi cose – ha dichiarato il presidente Battistini – andare tutti assieme a scuola a piedi non è solo un momento di svago, di amicizia e di socialità intergenerazionale, ma è un’esperienza che insegna. Per questo oltre a ringraziare l’Associazione Auser, invito sempre più famiglie della scuola Pascoli a far partecipare i propri bambini e bambine”.

Share