Riporto anche qua la lettera completa che ho inviato ai cittadini insieme alle mascherine.
Ci metto anche un campo di fiori, come segno di speranza per tutti noi.

Insieme ne usciremo

Cara Cittadina, Caro Cittadino

In questo momento particolarmente difficile, dove le nostre vite sono state stravolte dal virus Covid-19, ritengo più che mai importante dare a tutti un messaggio di unità e condivisione. I sacrifici che stiamo facendo, rimanendo in casa, limitando la nostra libertà, sono un atto di grande responsabilità verso noi stessi e verso gli altri. Si tratta di un’azione ancora necessaria, che ognuno di noi deve rispettare con grande attenzione. L’emergenza è nazionale e internazionale, e ogni territorio, anche il più piccolo, è chiamato a fare la sua parte. Alcune persone, anche nel nostro comune, hanno contratto il virus e c’è chi la malattia se lo è portato via. E’ anche per queste persone, per le loro famiglie, che dobbiamo rimanere in casa e contribuire a fare in modo che questo periodo possa passare.

Non sappiamo oggi con certezza quando potremo tornare alla normalità; sappiamo però che per tornarci è fondamentale rispettare le regole. Perciò quanto dico ad ognuno è di rimanere in casa e di uscire solo per lavoro, per fare la spesa o in caso di stringente e comprovata necessità.

Tra qualche giorno diverrà effettiva un’ordinanza regionale per la quale sarà obbligatorio indossare una mascherina fuori dalle abitazioni, ovvero quando ci si sposta da casa per i motivi sopra citati.

Affinché ogni cittadino abbia mascherine a disposizione, la Regione ha distribuito sul territorio 10 milioni di mascherine, che per il nostro Comune vogliono dire due mascherine a persona, consegnate alla vostra famiglia insieme a questa lettera.

Le mascherine che trovate nelle confezioni sono utilizzabili solo fino a che non diventano eccessivamente umide, cioè fino a che non ci si rende conto che non svolgono più un ruolo protettore. Non sono mascherine “sanificabili”, né equiparabili a quelle utilizzate dal personale sanitario, devono quindi essere usate con parsimonia.

Ringrazio tutti gli amministratori, tutto il consiglio comunale, gli operai del Comune e dell’Unione dei Comuni, le misericordie, i comitati paesani, le singole associazioni ed i singoli volontari per il grande spirito di unità mostrato nell’organizzare ed effettuare la consegna delle mascherine casa per casa.

Per informazioni o richieste, circa l’utilizzo delle mascherine che vi vengono consegnate e/o chiarimenti, potete contattare il seguente numero di telefono:

0583/82041, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 12:30.

Siamo una grande comunità: tutti insieme usciremo da questa situazione e saremo più forti di prima.

Un abbraccio grande.
Il sindaco,
Patrizio Andreuccetti

Share