PASIMATA GARFAGNINA (CRESCENZA O CRESCENTA)


ricetta di Lina Franchi di Promiana ed è stato scritto in dialetto garfagnino.
La Lina abitava a Promiana una piccolissima frazione del comune di Molazzana ed era mia zia.
Non aveva studiato ma in cucina era formidabile e i grandi cuochi “gli facevano un baffo” tanto era brava in particolar modo nei dolci e nelle torte e a fare il pane
con le patate.


la ricetta me la regalò negli anni settanta e come la scrisse ve la dico assieme alla prima riga che è un suo commento.
Questo edè il dolce di pasqua e paragonallo al panetton edè un sacrilegio e il panetton ci sfegura benché anco lù sia bon.
1Kg di farina bianca, 400gr di zucchero, 1 hg di buro fatto ‘n casa, 4 ove, 200 gr di uvetta, 50 gr di lievito di bira, 10 gr di anaci, un bicchierin di liquore (sassolin), scorza di limon, un quartin di latte.
Il giorno primo si prepara il lievito col latte, fatto col lievito di bira e farina q.b.
Po’ aggiungete un ingrediente per volta, la farina e lo zucchero e fate lievità, mettete l’ove e fate lievità, e così via fin a fini l’ingredienti.
Pijate una teglia co’ bordi alti e mettetici un popò d’impasto e rifatelo lievità che vien gonfio che gnanco mai, mettetelo in forno per quaranta menuti a foco lento

fonte ezio lucchesi

Share