SCENEGGIATE DEI SINDACI, MAGGIORANZA SILENZIOSA, VENTRILOQUI……………………..

Dovremo prendere confidenza con un nuovo modo di esprimersi di certi soggetti politici che, vista la fase, sentono la necessità di rimanere borderline in attesa del “salto dalla parte giusta”.
Il Sindaco Mursi, ha inaugurato, in Versilia, uno sport che presto sarà diffusissimo: il rimbalzo delle responsabilità.
Nei mesi passati lui, come gli altri Sindaci della Versilia, é stato chiamato in causa come “responsabile della salute dei propri cittadini”. E’ stato edotto circa le carenze e i rischi in sanità, gli sono state fatte domande precise, gli é stato chiesto di prendere impegni per schierarsi con chi, pur non potendo prevedere la pandemia del COVID 19, denunciava le carenze della Sanità Pubblica, sacrificata sul mercato del profitto, e metteva in guardia circa i possibili rischi di malattia e di morte dei degenti, oltre al fatto che le condizioni degli operatori sanitari, specialmente infermier@, inservienti, precari di cooperative diventavano sempre più a rischio .
Tanta melina, anche lui come gli altri, ma mai una posizione decisa.
Per questa ragione oggi, le sue levate di scudi contro la direttrice generale della ASL Toscana Nord Ovest Maria Grazia Casani , puzzando di recita delle parti.
“Tutti contro tutti”, permetterà agli amministratori locali, regionali e nazionali, di mimetizzarsi e di raggiungere lo scopo : “NON HA COLPA NESSUNO”!!!.

I bottegai di Pietrasanta hanno organizzato un flash mob davanti al comune, erano qualche decina. Hanno lamentato, al sindaco prontamente sceso nella piazza ( ma sapevano che c’era ? Come facevano a sapere che non era ad impastare il pane o a libare con il Mallegni?) la loro precarietà ( strano, anche loro?) di impresa.
Forse hanno visto in TV la Meloni che aveva inscenato una manifestazione a Roma (manifestazione con assembramento proibita a tutti) sul RIAPRIAMO TUTTO!
Per inciso……..Il 25 aprile, a Lucca, 4 giovani, abitando li vicino, sono andati nella deserta piazza San Michele ( che non é piccolissima e permette le “distanze sociali”) volendo commemorare la Liberazione e …….sono stati multati.
I commenti e le condivisioni del fatto postate sulle pagine FB hanno fotografato chiaramente la salvinite e melonite dei plaudenti. Bene….. libertà espressiva!
Ma che ora vengano a dire che non bisogna leggere l’evento in chiave politica sembra proprio una offesa alla intelligenza comune.
Quindi: Nuova tecnica espressiva della maggioranza silenziosa, nuova mimetizzazione della destra populista fino ad esibirsi come ventriloqui.
E..ora non é ancora niente… Ne vedremo delle belle ( si fa per dire) nei prossimi
giorni, settimane, mesi.

Share