Parcheggio di Aquilea: progetto definitivo e variante urbanistica  in consiglio comunale nei primi giorni di novembre

Gli assessori Raspini e Mammini: “L’obbiettivo è cantierizzare l’intervento nei primi mesi del 2022”.

Approdati in giunta stamani (28 ottobre) il progetto definitivo e la contestuale variante urbanistica del nuovo parcheggio di Aquilea, che all’inizio di novembre verranno portati all’attenzione del consiglio comunale.

L’opera, per un costo complessivo di 100mila euro, è inserita nel Programma triennale dei lavori pubblici e finanziata già per quest’anno. La variante urbanistica è necessaria perché il parcheggio, che non è previsto dal Regolamento urbanistico vigente, si inserisce in quelle che il Piano Strutturale classifica come “Aree agricole di interesse paesaggistico”. Lo stesso Piano Strutturale ricomprende peraltro l’area in questione nella Utoe 8 “Ponte a Moriano e Brancoleria” e segnala per essa, tra gli obiettivi attinenti ai servizi, anche il potenziamento e la nuova realizzazione di parcheggi pubblici, soprattutto nelle frazioni minori.

Il progetto. L’intervento andrà a collocarsi in un terreno di proprietà privata, per il quale è già stata avviata la procedura di esproprio. L’area è collocata prima dell’ingresso al paese, provenendo da Sesto di Moriano, lungo la strada comunale e si trova leggermente al di sopra della quota della resede stradale. Per questo il progetto prevede innanzi tutto lavori di sbancamento del terreno, proprio per portare il parcheggio al livello della strada, dopo di che sarà realizzato un muretto di perimetro dell’area che verrà pavimentata con autobloccanti grigliati per consentire una maggiore permeabilità del terreno. Sarà predisposta l’illuminazione pubblica e verranno regimate le acque meteoriche.

Dopo l’adozione della variante in consiglio comunale che è prevista nei primi giorni di novembre – spiegano gli assessori ai lavori pubblici Francesco Raspini e all’urbanistica Serena Mammini – ci saranno trenta giorni a disposizione per le eventuali osservazioni al progetto. Trattandosi di variate urbanistica semplificata, se non ci saranno osservazioni l’opera sarà automaticamente approvata, in caso contrario invece si dovrà ritornare in consiglio comunale per le controdeduzioni. L’obbiettivo finale è comunque quello di arrivare ad aprire il cantiere nei primi mesi del prossimo anno”.

Il progetto definitivo, oltre al parcheggio sulla strada comunale, prevede anche, a monte del paese di Aquilea, la realizzazione di un’area da destinare in futuro all’attesa sicura di Protezione civile a servizio dell’abitato: in questo caso il terreno è di proprietà del Comune e non è soggetto a variante urbanistica. L’intervento, molto semplice, consisterà nello sbancamento del terreno per portarlo al livello della strada, in modo che diventi facilmente accessibile a persone a piedi ed eventuali mezzi.

Share