PANCOTTO AL POMODORO O PAPPA COL POMODORO

un ottimo antipasto ma anche un piatto completo da servire caldo in inverno e tiepido d’estate badando bene di lasciare più brodo perchè il pane ne assorbe molto.
insaporire l’olio con almeno 1 spicchio d’aglio a testa tagliato a fettine e una manciatina di foglie di basilico strappate, dopo 1 minuto si aggiungono i pomodori maturi a pezzi e lasciateli cuocere un pò, quindi si
aggiunge del pane toscano (io uso quello col sale mi piace di più) tagliato a dadoloni (100 gr a commensale), si aggiunge brodo e si porta a cottura aggiustando di sale e di pepe.
nel piatto si aggiunge del parmigiano grattugiato.

consigli: le quantità di pane e pomodori si equivalgono, l’aglio deve abbondare dato che quando è cotto non lascia sapori in bocca, abbondare anche col basilico che si può mettere anche a guarnizione.

mi mà lo faceva così.

DA PISTOIA Massimo Bei mi ha ricordato in un commento alla mia ricetta postata prcedentemente come lo facevano a casa sua e mi ha riportato alla mente che anche da noi (Lucca e Pistoia confinano e molte ricette sono simili se non uguali) si cucinava così e riporto facendo un copia incolla le sue parole:


“A parte qualche ingrediente che non ricordo se mì mà ci metteva o no, per lei però era basilare per una buona pappa, rompere i sette veli. Se ci fate caso, nella pentola quando la pappa bolle piano, in superficie si forma una collosità uniforme simile ad un velo di vernice sul legno. Lei diceva che prima di impiattare la pappa si deve formare quel velo per sette volte, velo che di volta in volta si rompe rimescolando la pappa con il mestolo”.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share