Lucca: Pagnini (Lucca Marathon) “Grande successo, ma dispiaciuti per qualche disagio. Grazie a chi è venuto, scuse a chi ha avuto problemi”.
E’ un bilancio estremamente positivo quello di Lucca Marathon, il giorno dopo la conclusione della serie di eventi con la maratona, la 30 km e Lucchesina, marcia non competitiva. Grande partecipazione di atleti e marciatori non competitivi, con numeri eccezionali considerando anche le non ottimali condizioni meteo.
Moreno Pagnini, presidente dell’ASD Lucca Marathon, è estremamente soddisfatto, sia pure con una piccola punta di amarezza derivante dalle lamentele per i disagi manifestate da automobilisti e residenti nella zona della Madonna dello Stellario.
“Sotto il profilo della riuscita tecnica e partecipativa delle nostre manifestazioni, a partire da sabato, tutto è andato per il meglio. Sia la Luccanina, che ha visto quasi 200 coppie composte da amici a due e a quattro zampe sfilare sulle Mura, che la Geronimo Stilton al campo Coni con oltre 100 bambini e rispettive famiglie, seguite poi dalla maratona, dalla 30 km e dalla Lucchesina nella mattinata di domenica. Tantissimi iscritti di cui siamo contenti: sia per i 1.200 per le gare competitive di domenica ma, soprattutto, per i 2.200 per la marcia non competitiva cui teniamo tantissimo in quanto è fatta soprattutto per i lucchesi e perché è una grande vetrina per la città e per i suoi tanti suoi angoli poco conosciuti. Un grande ringraziamento va a tutti quelli che hanno partecipato, alle Forze dell’Ordine, ai dipendenti degli Uffici Comunali e ai funzionari della Prefettura che si sono prodigati tantissimo, allo staff di Lucca Marathon e a tutti quelli che ci hanno aiutato per realizzare una delle manifestazioni più importanti della città, inserita già da diversi anni nel “Cartellone Principale degli eventi Città di Lucca”.
“Certo- continua Pagnini- non possiamo restare indifferenti a coloro che si sono lamentati, sia nella zona dell’arrivo che per le restrizioni alla circolazione; disagi che hanno riguardato essenzialmente la zona dell’Oltreserchio, che veniva interessata per la prima volta dalla nostra manifestazione. Da oggi ci prendiamo l’impegno, per l’edizione 2017, di evitare queste problematiche, analizzando metro per metro il percorso e cercando di capire dove intervenire per migliorare la situazione e cercando di dare ancora più informazioni nei giorni precedenti la gara. Ci scusiamo con tutti loro, sperando che il prossimo anno vivano queste giornate come le migliaia di persone che ieri e l’altro ieri hanno preso parte a una grande festa lucchese a cielo aperto”. 

Share