Paesaggio: bonifiche di Maremma, sostenere candidatura a patrimonio Unesco

Lo chiede una mozione del Pd, primo firmatario il capogruppo Leonardo Marras, approvata all’unanimità in commissione Ambiente. Approvato all’unanimità anche l’aggiornamento dell’elenco regionale degli alberi monumentali dove è stata inserita la Quercia delle Checche di Pienza

 

AMBIENTE – “Attivarsi, anche con la collaborazione di soggetti ed enti interessati, per sostenere e completare gli adempimenti necessari e propedeutici alla candidatura del paesaggio delle bonifiche della Maremma a patrimonio dell’Unesco”. È quanto chiede la mozione Pd, primo firmatario il capogruppo Leonardo Marras, approvata all’unanimità in commissione Ambiente presieduta da Stefano Baccelli (Pd).

Ad illustrare l’atto il consigliere di maggioranza Francesco Gazzetti che ha ricordato il “valore ambientale, culturale e identitario del territorio della Maremma grossetana”.

Nel testo viene inoltre rilevato come la Regione, da sempre, ponga “particolare attenzione e sensibilità alla tematica della tutela del paesaggio, che rappresenta valore centrale e elemento fondamentale della proprio identità”.

La mozione ricorda infine la lettera del presidente della Provincia di Grosseto a Marras per “richiedere il sostegno della Regione al processo intrapreso per proporre la candidatura”, a partire dal progetto per un parco delle bonifiche predisposto dall’ente locale già alla fine degli anni Novanta.

Sempre in tema di salvaguardia e tutela del paesaggio, la commissione ha espresso parere favorevole all’unanimità anche all’aggiornamento dell’elenco regionale degli alberi monumentali che adesso sarà inviato al ministero competente.

Nella nuova lista figura anche la Quercia delle Checche, un albero monumentale, simbolo della Toscana, ubicato nel Comune di Pienza (Si), all’interno del sito Unesco del Parco della Val d’Orcia e dichiarato primo Monumento Verde d’Italia con un provvedimento del ministero”. Sull’importanza di questa quercia, il Consiglio regionale si era già espresso con un ordine del giorno collegato al primo elenco di alberi da inserire nella lista nazionale degli alberi monumentali e firmato dai consiglieri Pd Simone Bezzini Stefano Scaramelli.

Share