Sembra finalmente conclusa la lunga disputa circa la costruzione di un nuovo ospedale in Valle del Serchio – specifica l’Osservatorio della Sanità – dopo che l’assessore regionale alla sanità ha espresso parere positivo sulla conservazione dei due ospedali già esistenti: il San Francesco di Barga e il Santa Croce di Castelnuovo che costituiscono un unico valido Presidio Ospedaliero.

È tempo allora di provvedere in modo rapido ad un POTENZIAMENTO e ad una RIORGANIZZAZIONE dei medesimi dopo il lento, silenzioso stillicidio di impoverimento dei servizi esistenti, effettuato in nome di un necessario risparmio economico che, sfortunatamente, ha nociuto alla prestazione delle cure necessarie per quel bene primario che è la salute.

Senza perderci in inutili recriminazioni e tenuto conto dei servizi già esistenti, in sintesi, avanziamo le seguenti proposte ai nostri amministratori, ai dirigenti ASL e ai vertici politici:

• DEROGA DEL DECRETO BALDUZZI in forza della particolare situazione ambientale sia sotto il profilo sismico che viario della valle e MANTENIMENTO DI UN NUMERO DI POSTI LETTO OSPEDALIERI adeguato ai residenti nella Valle del Serchio;
• CONSERVAZIONE DEI SERVIZI DI LABORATORIO per Barga e Castelnuovo senza ricorrere alla installazione di piccoli apparecchi per lo svolgimento degli esami urgenti;
• POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO DI RADIOLOGIA presso l’ospedale San Francesco di Barga ( attualmente ridotto a due giorni alla settimana) ed installazione di una TAC, indispensabile anche per le URGENZE dei reparti ospedalieri di Barga;
• MANTENIMENTO A LIVELLO DI ECCELLENZA DEI SERVIZI OSTETRICO E GINECOLOGICO a Barga , con adeguamento del personale ed attrezzature necessarie;
• MANTENIMENTO A LIVELLO DI ECCELLENZA dei reparti di cardiologia, chirurgia e ortopedia presso l’ospedale Santa Croce di Castelnuovo di Garfagnana;
• POTENZIAMENTO DEL REPARTO DI MEDICINA dell’ospedale San Francesco di Barga, con adeguamento del personale medico e infermieristico – rapportato al numero dei posti letto – e delle attrezzature necessarie;
• POTENZIAMENTO DEL PRONTO SOCCORSO a Castelnuovo con adeguamento del personale medico, infermieristico e delle attrezzature necessarie e RIPRISTINO DEL P.P.S. – Punto di Primo Soccorso – a Barga con personale medico costantemente presente 24 ore su 24
• MANTENIMENTO E POTENZIAMENTO DEGLI AMBULATORI sino ad oggi funzionanti presso l’Ospedale S. Francesco di Barga e S. Croce di Castelnuovo, che devono potersi avvalere di adeguate attrezzature diagnostiche.
• RIPRISTINO NELLA VALLE DEI PUNTI SALVA-VITA sia con un reparto di RIANIMAZIONE che con i LETTINI DI TERAPIA SUB-INTENSIVA.

CI AUGURIAMO CHE SOPRATTUTTO LE FORZE POLITICHE, OLTRE CHE I VERTICI ASL SAPPIANO E VOGLIANO PRENDERE IN CONSIDERAZIONE QUANTO SOPRA ESPOSTO PER RENDERE I DUE OSPEDALI UGUALMENTE EFFICIENTI E RICORDINO CHE SI DEVONO ABOLIRE GLI SPRECHI MA NON SI POSSONO TAGLIARE I SERVIZI.

Share