LUCCA – Si è concluso positivamente l’incontro tenutosi questa mattina in Prefettura, su richiesta dell’Organizzazione Sindacale F.S.I (Federazione Sindacati Indipendenti Coordinamento Nazionale – Fenaip Sanità sede di Lucca) ai fini dell’esperimento del tentativo di raffreddamento e conciliazione volto a risolvere alcune criticità rilevate nella gestione del Pronto Soccorso presso il presidio Ospedaliero della Versilia.

Alla riunione, convocata e presieduta dal Prefetto Giovanna Cagliostro, hanno partecipato i rappresentanti dell’Organizzazione Sindacale F.S.I, il Direttore Generale dell’Azienda Nord Ovest insieme ad altri responsabili della struttura sanitaria.

Nel corso dell’incontro sono state esaminate le seguenti problematiche:

  • carenza del personale medico-infermieristico e tecnico addetto al Pronto Soccorso;
  • mancato aumento del monte ore alla cooperativa trasporto pazienti;
  • carenza dei posti letto a disposizione nei reparti per permettere il ricovero dei pazienti in tempi brevi;
  • sostituzione dei letti nella medicina d’urgenza.

Sono state altresì affrontate questioni inerenti i tempi di attesa dei pazienti presso il Pronto Soccorso.

La parte aziendale pur evidenziando che il Pronto Soccorso della Versilia registra un ingresso di pazienti maggiore di altre analoghe strutture presenti nel territorio di competenza, ha precisato che dall’analisi dei dati  è emerso che i tempi operativi del servizio medesimo risultano buoni, rilevando ottimi indicatori dal punto di vista professionale. Ha altresì comunicato che, per quanto riguarda la carenza organica ha avviato un bando di  mobilità extra aziendale per l’Area medica, intanto il prossimo 10 giugno entreranno in servizio presso il 118, per la durata di sei mesi, due medici che verranno inseriti – per un monte ore corrispondente ad una unità – nella turnazione del Pronto Soccorso. Per quanto attiene alle problematiche segnalate dagli Operatori Socio Sanitari, l’Azienda si è impegnata ad implementare il servizio di trasporto già attivo mediante una cooperativa per la durata equivalente al monte ore di 2 unità degli Operatori stessi. Analogamente la parte datoriale si è espressa in merito alla rivalutazione dell’organico degli infermieri ed alla richiesta di sostituzione dei letti nella medicina di urgenza con altri più aggiornati dal punto di vista tecnologico.

Il Prefetto riscontrato il positivo atteggiamento delle parti nell’individuare un percorso condiviso in risposta alle problematiche rappresentate, ha invitato l’Azienda ad elaborare proposte risolutorie in tempi brevi.

I rappresentanti sindacali hanno sottolineato che le criticità espresse esigono, comunque, lo stretto rispetto della tempistica, dettato dall’apertura dell’imminente stagione estiva.

Alla luce delle intese formulate al Tavolo prefettizio l’Organizzazione Sindacale F.S.I ha manifestato la volontà di revocare lo stato di agitazione.

Share